Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

n° 6 Sabato 11 Febbraio 2017

 

 

 

EDITORIALE

 Giornata del Malato

L’11 febbraio, memoria della Madonna di Lourdes, nella Chiesa cattolica si celebra la Giornata del Malato. È stata istituita dal papa san Giovanni Paolo II, 25 anni fa; probabilmente per il particolare conforto che i malati trovano a Lourdes invocando la Madonna. A La Maddalena la Giornata verrà celebrata domenica 12 febbraio con la Messa delle ore 18.00, presieduta dal vescovo Mons. Sanguinetti, e con la visita, prima della Messa, ai malati dell’ospedale e agli ospiti della Comunità Alloggio Padre Salvatore Vico. Papa Francesco rivolgendo un messaggio a tutti i fedeli per quella Giornata, raccomanda che sia occasione di una attenzione speciale alla condizione degli ammalati, e più in generale dei sofferenti; allo stesso tempo invita chi si prodiga in loro favore, a partire dai familiari, dagli operatori sanitari e dai volontari, a rendere grazie per la vocazione ricevuta dal Signore di accompagnare i fratelli ammalati. Il Papa esorta a contemplare Maria, salute dei malati, la garante della tenerezza di Dio per ogni essere umano e il modello dell’abbandono alla sua volontà. Cita anche una frase di Bernadette, l’umile ragazza di Lourdes a cui è apparsa la Madonna: “la Bella Signora -così la definiva- mi guardava come si guarda una persona”. La Bella Signora la guarda con grande rispetto, senza compatimento. Questo ci ricorda che ogni malato è e rimane sempre un essere umano, e come tale va trattato. Bernadette, grazie alla preghiera, trasforma la sua fragilità in sostegno per gli altri. Maria le dona la vocazione di servire i malati come suora e diventa modello a cui ogni cooperatore sanitario può fare riferimento. Nella Giornata Mondiale del Malato possiamo trovare nuovo slancio per contribuire alla diffusione di una cultura rispettosa della vita, della salute e dell’ambiente. A tutti l’augurio di essere sempre segni gioiosi della presenza e dell’amore di Dio imitando la luminosa testimonianza di tanti amici e amiche di Dio tra i quali san Giovanni di Dio, san Camillo de Lellis, patroni degli ospedali e degli operatori sanitari, e santa Teresa di Calcutta, missionaria della tenerezza di Dio.                                        

   D.D.

 

 

RAGGIO DI SOLE

 QUAL È IL TUO SOGNO?

 Tre anziani compagni di scuola si ritrovarono dopo molto tempo e si raccontarono la loro vita. Uno era diventato un importante uomo d'affari, il secondo un eminente studioso e il terzo un giardiniere. Conversando intorno a un bicchiere di buon vino si scambiarono le loro impressioni sulla vita che scorreva sempre più rapida e arrivarono alla conclusione che ogni giorno era un dono prezioso che ricevevano. Giunsero così a un bizzarro accordo: "Domani ci impegneremo a realizzare il desiderio più intenso che ci portiamo dentro". Tutti e tre confidarono il desiderio che nutrivano. "Io voglio usare il mio prezioso servizio da tè di porcellana cinese e il mio magnifico cavallo per galoppare nella mia tenuta", proclamò il politico. "Io mi procurerò una tazza di cioccolata profumata e un libro antico pregiato da leggere seduto nella mia biblioteca", annunciò lo studioso. "Io", dichiarò il giardiniere, "vorrei godermi domani una bella giornata di sole, un ruscello di acqua gorgogliante, gli uccelli che cantino in cielo e sugli alberi, carichi di frutta".

Proprio quella notte, un forte terremoto scosse la regione. Quando il politico cercò la sua porcellana, la trovò in frantumi e il cavallo era morto sotto il muro della scuderia che era crollato.

Lo studioso non riuscì a bere la cioccolata perché nella sua casa non c'era più una tazza intera. Inoltre la sua biblioteca aveva preso fuoco e tutti i suoi libri erano andati perduti. Il giardiniere invece poté godersi il sole che scaldava il suo giardino, bere l'acqua fresca del ruscello e, anche se il deposito degli attrezzi era stato distrutto dal terremoto, gli alberi erano in piedi carichi di frutti e gli uccelli cantavano come tutti gli altri giorni.

Disse Gesù: «Non accumulate per voi tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassinano e rubano; accumulate invece per voi tesori in cielo, dove né tarma né ruggine consumano e dove ladri non scassinano e non rubano. Perché dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore». (Vangelo di Matteo 6,19-20). Dove sta il tesoro che potrà realizzare i tuoi sogni migliori?......                            

Don Paolo Piras

 

 

 

I FATTI DELLA SETTIMANA

 ■ Memoria della Beata Suor Nicòli

Il giorno tre febbraio ricorreva la memoria della Beata suor Giuseppina Nicòli, una suora Figlia della Carità, che ha  dedicato la sua vita soprattutto ai poveri e alla gioventù prima a Cagliari, poi a Sassari e poi di nuovo a Cagliari. Quando era superiora a Sassari venne a La Maddalena per accompagnare la nuova superiora dell’Istituto San Vincenzo da poco fondato. L’Istituto di La Maddalena mise in atto molte delle iniziative intraprese a Sassari da Suor Nicòli come la scuola di cucito, di ricamo, di musica, di pittura. A La Maddalena è dedicata a Suor Nicòli una casa di accoglienza per i senza tetto, attualmente con tre ospiti. La Messa della memoria è stata celebrata nella chiesa del Bambino Gesù presso la casa Suor Nicòli. Hanno partecipato molti fedeli tra i quali le Figlie della Carità dell’Istituto San Vincenzo e gli ospiti della casa di accoglienza. Ha animato la Messa il coro del Bambino Gesù. Alla fine della Messa molti hanno baciato le reliquie della Beata, dateci anni fa da Suor Rina ed insieme hanno ricevuto la benedizione della gola come è tradizione nella memoria di san Biagio. Dopo la Messa gli ospiti della Casa Suor Nicoli hanno invitato i partecipanti alla Messa ed hanno offerto loro frittelle preparate nella casa e una fetta di torta come segno di amicizia e di riconoscenza.

  Passaggio di consegne

Con il passaggio di consegne dal Comitato festeggiamenti classe 66 avvenuto domenica 5 febbraio scorso, è iniziato il nostro percorso. Abbiamo accettato con entusiasmo e non poco timore la responsabilità che comporta l’organizzazione degli eventi legati alle nostre feste patronali quali Santa Maria Maddalena e la Natività di Maria Santissima. In principio, è vero, le persone erano poco numerose e più paurose che entusiaste di iniziare questa avventura ma, nel tempo, le adesioni sono aumentate fino a che siamo diventati numerosi tanto da formare un gruppo pieno di idee e di passione. Abbiamo in cantiere l’organizzazione di eventi che si svolgeranno durante tutto l'anno del nostro mandato che vanno dalla imminente festa per bambini nel periodo di Carnevale, al pranzo all'aperto con la rievocazione degli antichi giochi di strada il lunedì di Pasquetta, la grande festa del Primo Maggio per celebrare il Lavoro ma anche la nostra "Madonnetta" nella splendida località di Carlotto e altre manifestazioni, sportive, culturali e di intrattenimento anche in collaborazione con associazioni e comitati isolani.

 La nostra intenzione è quella di coinvolgere l’intera comunità maddalenina e chiunque si voglia aggregare a noi in questi momenti di condivisione, gioia e vero divertimento. Il presidente Tore Caboni, il vice-presidente Cecilia Carta, i consiglieri Gianni Caria e Dino Carola, il tesoriere Enzo Zezza, la segretaria Maria Antonietta Mazzucco, l’addetto stampa Angela Paolini e tutti noi, con i nostri vari incarichi, Pasqualino Nieddu, Gianfranco Pirina, Mario Pala, Antonello Fodde, Silvana Favale, Rossella Loverci, Francesca Vasino, Caterina Serio, Loredana Esposito, Irma Sirena, Tiziana Useli, Danilo Uccheddu, Domenico Pecorella, Gaetano Pedroni, Maria Pia Zonca, Rosanna Donadu, Tea Cipriano, Cristiana Pisano, Tore Varsi, Nicola Carta e Lella Zucca faranno il massimo per fare in modo che questo anno sia per tutti indimenticabile. Vi aspettiamo, per cui, alla nostra prima festa il 25 febbraio prossimo presso la Discoteca Bulldog per festeggiare insieme a voi e ai vostri bambini, con l’aiuto degli animatori di Festa Magica, il “nostro” Carnevale. Grazie a tutti.

         Il Comitato Classe 67 Angela Paolini

 

■ Marzo, mese di gemellaggi

Il mese di marzo sarà il mese del gemellaggio tra la città di La Maddalena e la città di Ajaccio. Il 17 e il 18 marzo una delegazione del Comune e una rappresentanza della Chiesa locale, parteciperanno alla rinnovazione del voto alla Madonna, chiamata affettuosamente Madonnuccia, da parte della città di Ajaccio, per essere stata liberata, nel 1660, dalla peste che infieriva in tutto il Continente. Il giorno seguente ci sarà la Messa solenne nella cattedrale e la sera la processione partecipata si può dire da tutta la Città. Quest’anno, in cui festeggiamo i 250 anni della nascita della nostra comunità, la rappresentanza maddalenina ad Ajaccio sarà più significativa. Infatti si sta organizzando un nostro pellegrinaggio cittadino per Ajaccio e probabilmente ci sarà anche una rappresentanza del nuovo Comitato Festeggiamenti. Molti ricordano ancora la celebrazione dei 200 anni quando si portò la statua di santa Maria Maddalena fino alla cittadina di Bonifacio. Un altro gemellaggio si vuole costituire nel mese di marzo tra la parrocchia di Carloforte e quella di Santa Maria Maddalena. Le due isole, agli antipodi della Sardegna, hanno diverse affinità e legami. Ci sono famiglie maddalenine provenienti da Carloforte e viceversa. La proposta è venuta dalla comunità di Carloforte. Un gruppo di 54 Carlofortini, accompagnati dal loro parroco don Gianni Cannas, verrà a La Maddalena il 30 marzo. Hanno già prenotato albergo e ristorante. La loro non è una semplice visita turistica. Vorrebbero incontrare una rappresentanza della nostra comunità parrocchiale per una reciproca conoscenza e vedere le possibilità e le modalità di un gemellaggio. Un momento forte sarà certamente la partecipazione comunitaria alla santa Messa. Il giorno dopo i Carlofortini si recheranno a Tempio per ricordare, nel cinquantesimo della morte, Mons. Mario Ghiga, già parroco di Carloforte, poi vescovo di Tempio - Ampurias. Mons. Ghiga morì dopo pochi anni di episcopato, a Roma durante il Concilio Vaticano II e fu sepolto nella cattedrale di Tempio. La santa Messa di suffragio sarà presieduta dal vescovo Mons. Sanguinetti.

 

Accoglienza profughi

 Una famiglia siro palestinese verrà accolta dalla parrocchia di Santa Maria Maddalena. L’arrivo è previsto per il 23 febbraio. I componenti sono cinque: madre e quattro figli. Provengono da un campo profughi in Libano, tramite la Comunità di Sant’Egidio.                                                   D.D.

 

■ Calcio C.S.I.

Pronto riscatto della squadra Santo Stefano dopo la sfortunata trasferta di Olbia della scorsa settimana. Nella gara casalinga, la terza di campionato – girone di ritorno, ha superato con il risultato di 4 reti ad una la squadra di Monti. Con la predetta vittoria viene consolidato il quarto posto in classifica. La quinta, infatti, ha un distacco di 6 punti. Sperando in un passo falso delle prime tre, la squadra continuerà ad impegnarsi nelle prossime gare di campionato a cominciare da sabato 11 febbraio alle ore 15, fuori casa, con la squadra di Siniscola.  

Tore D'Apice

 

Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 1) Domenica 12 febbraio

Ore 18.00: santa Messa per i malati celebrata da Mons. Sanguinetti nella chiesa di Santa Maria Maddalena, preceduta dalla visita ai malati nell’ospedale e agli ospiti della Comunità Alloggio Padre Salvatore Vico a Moneta. Non ci sarà la Messa delle 17.00 alla Sacra Famiglia. Si raccomanda di accompagnare in chiesa per la Messa i malati che possono uscire. Tra questi, a quanti lo desiderano, il Vescovo impartirà il sacramento dell’Unzione.

2) Martedì 14 febbraio

* Festa dei santi Cirillo e Metodio, patroni d’Europa.

* Memoria di san Valentino.

3) Giovedì 17 febbraio

* Memoria della Beata Elisabetta Sanna.

 4) Dal 17 al 19 marzo pellegrinaggio a Bonifacio ed Ajaccio per la festa della Madonnuccia. Per le iscrizioni rivolgersi a Pierluigi Aversano al numero: 3491534378.

 5) Dal 2 al 9 maggio pellegrinaggio parrocchiale a S. Giovanni Rotondo e Roma. Per le iscrizioni rivolgersi a Paolo Provenzano.

 

Avvisi

Parrocchia Agonia di N.S.G.C. – Moneta

 1.Domenica 12 febbraio

Celebrazione della Giornata del Malato in occasione della memoria della Madonna di Lourdes. La Santa Messa presieduta da Mons. Sanguinetti alle ore 18.00 nella chiesa di S.Maria Maddalena. Non ci sarà la S. Messa a Stagnali.

 2.Giovedì 16 febbraio

Ore 18.30 incontro del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

 3.Domenica 19 febbraio

Dalle ore 16.00 festa mascherata in Oratorio: musica, balli, giochi, frittelle.

 4. Martedì 21 febbraio ore 17.30 S. Messa per San Giovanni Paolo II ore 18.00 veglia di preghiera 


Condoglianze ai familiari di Maria Elettra Mocci ved. Bifulco e Nicola Calaresu che sono tornati alla casa del Padre celeste

 

.

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.