Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

n° 43 Sabato 22 Ottobre 2016

EDITORIALE

 La Cresima, sacramento del congedo?

Oltre 40 dei nostri ragazzi delle due parrocchie di Santa Maria Maddalena e dell’Agonia di N. S. G. C. ricevono, sabato 22, il sacramento della Cresima. Grande festa, tanti regali, tante cene. Cosa rimarrà della effusione dello Spirito Santo, che rafforza la grazia del Battesimo e con il sacramento dell’Eucaristia rende il cristiano completo? Il Vescovo è, ordinariamente, il ministro della Cresima per significare un legame più forte del cresimato con la Chiesa, questo legame più forte ci sarà? Il cresimato si impegna a difendere e diffondere la fede con la parola e con le opere; lo farà? Cosa rimarrà degli anni di preparazione? Avranno un seguito? Si è pensato di celebrare le Cresime verso la fine di ottobre per facilitare ai ragazzi l’impegno della vita cristiana, senza che le vacanze estive potessero distrarli. Il campo scuola di Marinella, questa estate, aveva proprio lo scopo di preparare una esperienza di dopo- Cresima, nella quale i ragazzi, come in un tirocinio, si possano esercitare nel praticare le opere di misericordia corporale e spirituale, nel canto e nella preghiera liturgica, nell’apostolato con i ragazzi e con i giovani. Il sacramento infatti è per la vita cristiana, non per fare una festa. L’unzione sulla fronte con il crisma (olio profumato) è simbolo di una consacrazione, di una partecipazione maggiore alla missione di Cristo così che tutta la vita del cresimato effonda il profumo di Cristo.

                                                    D.D.

 

RAGGI DI SOLE

 UN S.O.S. A DIO

SOS-A-DIOHo saputo che c’era una volta un sant’uomo che abitava in una casa in riva al fiume. Un giorno la piena si fece minacciosa. Allora il Sindaco, che lo conosceva, lo andò a trovare offrendogli di trasferirlo in un luogo più sicuro. Il sant’uomo rifiutò: «Ho grande fiducia in Dio, mi proteggerà e non lascerà che io anneghi!». Arrivò l’inondazione e l’uomo si rifugiò sul tetto della casa. Allora intervennero i pompieri con la barca. Ma l’uomo rifiutò ancora, ripetendo la stessa professione di fiducia in Dio. A questo punto si mise in moto la Protezione Civile e tentò di salvarlo con l’elicottero. Stesso rifiuto. Stessa professione. Alla fine, il sant’uomo fu travolto dai flutti e annegò. Giunto davanti a Dio si mise a protestare molto arrabbiato: «Spiegami perché non mi hai protetto, mentre io avevo così tanta fiducia in Te!». E Dio rispose: «Come puoi dire una cosa simile? E il Sindaco? E i pompieri? E l’elicottero? Che cosa li ho mandati a fare, secondo te?». Non si può aspettare in poltrona che arrivi la manna dal Cielo ogni volta che siamo in difficoltà. Bisogna pregare con totale fiducia, ma nello stesso tempo rimboccarsi le maniche e darsi da fare. Dio non può essere considerato come un tappabuchi da chiamare in soccorso mentre ce ne stiamo inerti a guardare in alto. Se, annaspando tra i marosi della vita, mandiamo urgentemente un S.O.S. a Dio, Egli subito ci allunga la mano per afferrare la nostra e tirarci su, ma anche noi dobbiamo tendere la nostra e afferrare la sua! Che ve ne pare?

                             Don Paolo Piras

 

 

 

I FATTI DELLA SETTIMANA

 ■ La fiaccolata Mariana

FIACCOLATA-MARIANA-21102016Grazie alla Missione Popolare, stiamo vivendo nella nostra isola giornate veramente speciali: i nove Missionari Vincenziani che si stanno dedicando a noi con tanto impegno e abnegazione, con il loro atteggiamento di amicizia verso tutti, lasceranno sicuramente un segno alla comunità tutta. Uno di questi segni, naturalmente oltre all’apertura della Porta Santa, l’abbiamo vissuto intensamente sabato 15 Ottobre con la fiaccolata Mariana partita da Moneta verso la Chiesa Madre. Ci siamo ritrovati in tanti nel giardino dell’Oasi Serena per vivere insieme questo pellegrinaggio dedicato a Maria SS. La banda dell’Oratorio di Moneta S. Domenico Savio ha dato il via alla processione, prima con il “Christus Vincit” e poi con un inno alla Madonna e ci si è incamminati, guidati dai Padri Vincenziani, portando per le strade la statua della Madonna di Fatima addobbata a festa con tanti fiori bianchi. Bellissimo vedere la partecipazione di tanti giovani, arrivati anche dai paesi vicini e che, non solo hanno portato a spalla la statua, ma hanno anche animato il cammino con gioiosi canti mariani, che intervallavano le preghiere fatte con diverse intenzioni. Molto suggestivo il passaggio della processione tra le vie della città: infatti le luci delle fiaccole, unite a quella della luna, hanno offerto alle persone presenti uno spettacolo emozionante. Così, molto ordinatamente, tra canti, preghiere e intenzioni varie, noi tutti partecipanti, ed eravamo proprio tanti, siamo arrivati alla Porta Santa davanti alla quale , con Maria che rivolgeva lo sguardo ai presenti, abbiamo ricevuto la benedizione, grati a Dio e ai Missionari di aver potuto vivere insieme una serata così speciale.                   

   Maria Vitiello

 

■ Fai un goal di Misericordia, gioca la partita più importante della tua vita.

Con questo motto i Missionari di San Vincenzo hanno incontrato il mondo dello sport maddalenino, aprendo ufficialmente il primo degli affollati incontri di categoria organizzati a La Maddalena in occasione della missione Vincenziana 2016, all’interno del Giubileo straordinario della Misericordia. Ospiti dell’oratorio Don Bosco, tirato a lucido e perfettamente funzionante grazie al prezioso impegno dello staff di Luca Impagliazzo, moltissimi giovani, accompagnati dagli allenatori, dai dirigenti, dai genitori e dagli amici si sono presentati puntuali per condividere le proprie esperienze con Padre Mario e Padre Paolo, che li hanno intrattenuti con toccanti testimonianze di fede e di vita sportiva e sociale. A sorpresa, tra il pubblico, il campione mondiale di sci nautico ‘diversamente abile’ Jeff Onorato, reduce da un grave incidente in acqua che lo ha costretto a dare l’addio all’attività agonistica. Ma la parte dei protagonisti l’hanno recitata i giovanissimi atleti e le atlete delle varie discipline sportive, che con simpatia e naturalezza si sono presentati al variegato pubblico, che non ha lesinato gli applausi, i sorrisi e gli incoraggiamenti. “Siamo qui per ascoltarvi”- ha esordito Padre Paolo, rivolgendosi agli atleti-. “E’ un momento toccante e significativo- ha aggiunto Padre Mario, che ha citato San Paolo: ”Nella corse allo stadio tutti corrono, ma uno solo conquista il premio. Correte anche voi in modo da conquistarlo. Io corro, ma non come chi è senza meta, faccio il pugilato, ma non come chi batte l’aria, anzi tratto duramente il mio corpo e lo trascino in schiavitù perché non succeda che dopo aver predicato agli altri venga io stesso squalificato”. Rivolgendosi agli adulti li ha poi invitati ad essere: “Un raggio di luce nella vita dei giovani, dando loro consigli e insegnamenti e portandoli a vivere la solidarietà come valore indissolubile e universale”. Obbligatorio il riferimento ad una frase di Giovanni Paolo II: “Lo sport deve essere praticato per far si che la vita di un giovane diventi un capolavoro”. Diversi i quesiti posti ai ragazzi, tra cui: “Cosa vorrà il buon Dio dalla mia vita?”. Pressante l’invito alle società: ”Continuate su questa strada, così da avvicinare ed educare il maggior numero possibile di persone che guardano a voi nella speranza di un futuro migliore grazie anche agli insegnamenti dello sport”. Conclusione tra gli applausi per la consegna di una targa da parte del gruppo sportivo calcio femminile Caprera ai padri missionari. Una sintesi della seguitissima manifestazione è online sulla webtv: www.lamaddalena.tv 

        Lorenzo Impagliazzo

 

I Missionari incontrano il popolo del volontariato.

Martedi 18 alle 0re 18,00 nella Biblioteca Parrocchiale si è svolto l’incontro: i missionari incontrano il popolo del volontariato. La biblioteca per l’occasione ha accolto la grande realtà del Volontariato Maddalenino che assolve in maniera egregia la funzione di offrire la Misericordia a tutte quelle persone che necessitano dell’aiuto fisico-psicologico e cristiano. La Missione Vincenziana, sul tema del volontariato condotta da Padre Stefano ha tracciato un solco su quanto Dio a noi chiede quando ci ammonisce dicendo: “la mano destra non deve sapere cosa la sinistra offre”, ed in questo messaggio ci siamo confrontati e riconosciuti. Ottimi propositi colmi di iniziative che pur non essendo esplicitate hanno emozionato i presenti, i quali esponendo le proprie vicende hanno evidenziato che il nostro paese svolge attività di supporto per gli indigenti, giovani ed anziani (che con dignità estrema) convivono nelle ristrettezze, abbiamo appreso le tristi vicende legate alla trasmigrazione di persone che cercano nelle pieghe di questa società “distratta” un sorriso, una mano che li sostenga. Padre Stefano, missionario non solo di fatto, ma di cuore ed anima ci ha portati in giro di questo mondo che nel nome della misericordia si è distratto ed a fatica coglie il grido che Dio ci ha lanciato. Le Associazioni ampiamente presenti hanno recepito l’importanza del far convivere in noi la fede con la misericordia. Ora ci impegniamo a manifestare l’impegno d’essere veri cristiani tutti i giorni, tutte le ore, a noi la responsabilità di non rendere vano quanto la Missione Vincenziana ha fatto in questi giorni. Ci siamo arricchiti del valore che i missionari sanno trasmettere, anche loro si sono arricchiti perché abbiamo offerto un paese che nel silenzio più assoluto svolge un volontariato di grande misericordia, e per questo, l’aver generato questa nuova grande famiglia siamo certi che  sarà gradita a Dio. L’Assemblea ha visto presenti: L’associazione di volontariato Vincenziano, Ospedaliero, Il Delfino, il C.A.V.  Oasi Serena, Suor Nicoli, A.M.A., Lyon Club, Rotary Club, Le Voci nel Blues, il Vento, Panathlon, Arcobaleno, Moneta Solidale, Protezione Civile, Insieme per il Domani, I Volontari della Croce Verde, Oasi Serena Maria Immacolata.

Hanno collaborato: Pasquale Annunziata, Salvi Lia, Ciucci Claudio, Claudio Ronchi, Vincenzo La Cava

 

■ Parrocchia di Moneta: incontro dei Missionari con i bambini della scuola elementare

BAMBINI-MONETA-2110201Si sono conclusi felicemente, venerdì 21 ottobre, gli incontri con i bambini della Scuola elementare di Moneta da parte dei Missionari Vincenziani, che dal 10 ottobre hanno dato corso alla Missione cittadina. I bambini della Suola elementare venivano accolti il mattino alle 7,45 in chiesa, da Padre Paolo, Padre Mario, Padre Stefano, Don Andrea e alcune catechiste. Il numero iniziale dei bambini era esiguo (16- 18 ) cresceva giorno per giorno fino ad arrivare ad una trentina l’ ultimo giorno. Si sperava naturalmente in un numero maggiore, ma data l’ora mattutina … Qualche genitore è rimasto presente agli incontri, allietati dai canti orecchiabili e belli che via via i bambini imparavano da Padre Mario con l’accompagnamento della chitarra di Padre Paolo. Ascoltavano la Parola di Dio, seguita da un racconto e si pregava. Ogni giorno dovevano indovinare un simpatico indovinello. Poi di corsa ci si incamminava tutti insieme verso la scuola in allegria. Di pomeriggio, dopo una lauta merenda, sempre con Padre Mario e Paolo, i bambini ( più numerosi del mattino ), si ricreavano con i canti. Dopo aver ascoltato un brano del Vangelo assistevano alla proiezione di un film sulla vita di alcuni Santi. Il tutto condotto con pazienza e amore dai Missionari. Mercoledì 19 i bambini della scuola elementare hanno inoltre vissuto un momento storico e importante soprattutto per la loro crescita cristiana, l’ aver attraversato la Porta Santa, il cui significato è stato ben spiegato da Don Andrea. E’ sperabile che finita la Missione cittadina si possa continuare a fortificare la propria fede e raccogliere frutti operosi. Si ringraziano tutti i missionari, Don Andrea, i genitori dei bambini e i bambini stessi, soprattutto quelli del mattino, che vincendo un po’ di sonno, sono stati costanti e per questo premiati tutti i giorni dai missionari. 

Le catechiste

 

■ Condoglianze ai familiari di Anna Cirillo ved. Pagano, Francesco Nardini e Maria Angela Monni ved. Are che sono tornati alla casa del Padre.

 

Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

1) Domenica 23 ottobre

* Giornata Missionaria Mondiale.

* Ore 11.00: S. Messa di ringraziamento e conclusione della Missione al Popolo. Le coppie rinnovano le promesse matrimoniali.

2) Martedì 25 ottobre

* Memoria dei Santi Gavino, Proto e Gianuario, martiri.

3) Giovedì 27 ottobre

* Ore 18.30: Santa Messa in onore della Madonna della Medaglia Miracolosa presso la cappella dell’Istituto San Vincenzo. Non ci sarà in parrocchia la S. Messa delle ore 19.00.

4) Venerdì 28 ottobre

* Festa dei Santi Simone e Giuda, apostoli.

5)Domenica 30 ottobre 

Ritorna l’ora solare.

La S.Messa della sera sarà alle ore 18,00.

6) Martedì 1 novembre

* Solennità di Tutti i Santi.

* Giornata della santificazione universale

7) Mercoledì 2 novembre

* Commemorazione di tutti i fedeli defunti.

 

Avvisi

Parrocchia Agonia di N.S.G.C. - Moneta

 

1. Sabato 22 Ottobre Ore 17,00: Celebrazione delle Cresime per i ragazzi e le ragazze di Santa Maria Maddalena e Agonia di Nostro Signore Gesù Cristo nella Chiesa di Santa Maria Maddalena e chiusura della Porta Santa presieduta dal Vescovo Mons. Sebastiano Sanguinetti. Non ci sarà la S.Messa alla sera nella Parrocchia dell’Agonia di N.S.G.C. e la S.Messa delle ore 19,00 nella Parrocchia di S.Maria Maddalena.

● Memoria liturgica di San Giovanni Paolo II –sarà celebrata il giovedì 27.10.

2. Domenica 23 Ottobre. Giornata Missionaria Mondiale ore 9.00 – S. Messa a Moneta

  • ● Ore 11,00 Santa Messa di conclusione della Missione Cittadina con il rinnovo delle promesse matrimoniali per tutti gli sposi.
  • Non ci sarà la S.Messa a Stagnali delle ore 18,00.

3. Riprendono tutte le attività sportive dell’Oratorio – chi è interessato è invitato a mettersi in contatto con educatori.

4. Giovedì 27 ottobre ore 18.00 S. Messa in onore di San Giovanni Paolo II e a seguire venerazione delle sue reliquie.

5. Domenica 30 ottobre – ritorna l’ora solare. Cambieranno alcuni orari delle S.Messe:

domenica ore 9.00

            ore 17.00 – Stagnali

sabato e prefestivi ore 17.30

feriali ore 8.00 ( lunedì)

            ore 17.30 (martedì – venerdì).

6) Martedì 1 novembre

* Solennità di Tutti i Santi.

* Giornata della santificazione universale.

7) Mercoledì 2 novembre

* Commemorazione di tutti i fedeli defunti.

 

Il Bollettino è consultabile anche sul sito:

http://www.lamaddalenadontbeafraid.it

e sulla pagina facebook:

http://www.facebook.co/Parrocchiasantamariamaddalena.it

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.