Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

n° 31 Sabato 30 Luglio 2016

EDITORIALE

Giovani, costruttori di pace

Sono giovani, alle volte giovanissimi quelli che seminano il terrore e la morte con crudeli attentati in Europa e nel mondo. I seminatori di odio hanno avvelenato i loro cuori, fino al disprezzo della loro vita e di quella degli altri; credono di essere degli eroi uccidendo senza pietà persone innocenti, donne, bambini, anziani, correligionari. Tanti giovani che sembrano superficiali e distratti, hanno dentro di sé il peso di un vuoto difficile da portare, fatto di inquietudini, solitudini, domande di pienezza, in fondo ricercano Dio. Sentono il fascino dei grandi orizzonti e si sentono al tempo stesso attratti da un mondo materiale accecante e accattivante da cui volentieri si lasciano sedurre anche per dimenticare le grandi domande che la vita impone loro. La Giornata Mondiale della Gioventù che si sta svolgendo a Cracovia con il Papa e con giovani provenienti da ogni nazione è un segno di speranza. L’agitarsi gioioso di bandiere francesi, siriane, tedesche, nigeriane e vedere tanti giovani cantare a squarciagola “Jesus Christ, you are my life” (“Gesù Cristo, tu sei la mia vita” un inno di una delle G.M.G. ) non è un sogno al riparo da paure, ingiustizie, sangue, odio, al contrario fa trasparire riflessione e speranza. Ne sono un segno i giovani francesi più numerosi di tutte le altre Giornate della Gioventù. In questo raduno si manifesta una maggiore consapevolezza che per preparare un mondo più giusto e fraterno bisogna compiere sacrifici, “uscire” dalle proprie comodità e ed egoismi. I giovani hanno una buona guida, Papa Francesco. Nutriamo la ferma speranza che questo incontro internazionale di giovani al seguito di Cristo susciti in tanti, compreso il piccolo gruppo di La Maddalena, il coraggio di contrastare l’odio che acceca, distrugge e divide, e mettere le loro energie a servizio dell’amore, della vita, della pace, del dialogo, del perdono, per difendere i deboli, gli innocenti, le donne, i bambini, gli anziani.

                                   D.D.

RAGGI DI SOLE

IL DESERTO E L’OASI

DUE-LITIGANTIHo letto che, “al tempo dei tempi, la terra intera era verde e fresca come una foglia appena spuntata: mille ruscelli scorrevano tra l’erba, e fichi, arance, cedri e datteri crescevano insieme sullo stesso ramo; il leone si divertiva giocando con l’agnello e le tribù degli uomini vivevano in pace e non conoscevano il male. Sin dall’inizio, il Signore aveva detto agli uomini: «Questo giardino fiorito è tutto vostro, e vostri sono i suoi frutti. Badate però che, ad ogni azione malvagia io lascerò cadere sulla terra un granello di sabbia, e un giorno gli alberi verdi e l’acqua fresca potrebbero scomparire e non tornare più». Per molto tempo il suo monito venne obbedito e ricordato, finché un giorno due beduini litigarono per il possesso di un cammello, e appena la prima parola cattiva fu pronunciata, il Signore gettò al suolo un grano di sabbia, così minuscolo e leggero che nessuno se ne accorse. Ben presto alle parole seguirono i fatti e molti nuovi granelli si formarono e caddero, mentre il piccolo mucchio di sabbia cresceva lentamente. Gli uomini allora si fermarono a guardarlo, incuriositi. «Cos’è questo, Signore?», chiesero. «Il frutto della vostra cattiveria», ripose Lui. «Tutte le volte che agirete ingiustamente, che alzerete la mano su un fratello, che mentirete e ingannerete, un granello si aggiungerà agli altri. E un giorno la sabbia potrebbe ricoprire la terra intera». Ma gli uomini si misero a ridere. «Anche se fossimo perfidi al massimo, non basteranno milioni di milioni di anni perché questa polvere leggera riesca a farci del male. E poi, chi può avere paura di un po’ di sabbia?». Così ricominciarono a ingannarsi e a combattersi, uno contro l’altro, tribù contro tribù, finchè la sabbia seppellì i pascoli verdi e i campi, cancellò il corso dei ruscelli e cacciò le bestie lontano, in cerca di cibo. In questo modo si formò il deserto e da allora in poi le tribù andarono vagando tra le dune, con tende e cammelli, pensando alla verde terra perduta. E qualche volta in pieno deserto sognano e vedono cose che non ci sono più: laghi azzurri e alberi fioriti. Ma sono visioni che subito svaniscono: la gente li chiama miraggi. Solo dove gli uomini hanno osservato le leggi del Signore ci sono ancora palme verdi e sorgenti pulite, e la sabbia non può cancellarli, ma li circonda come il mare fa con le isole. I viaggiatori le chiamano oasi, e là si fermano per trovare riposo e ristoro alla fresca ombra delle piante frondose”. Chi si comporta male trasforma le oasi in deserto. Ma noi possiamo parlare e agire in modo buono e così trasformare il deserto in oasi. Perché non proviamo? Che bello rimboccarci le maniche e darci da fare per dissetare la nostra inaridita umanità! L’odio, l’egoismo, l’indifferenza, i rancori non fanno che prosciugare i fiumi, seccare ogni pianta, appassire ogni fiore… Innaffiamo con l’acqua limpida della bontà, dell’accoglienza, irrorando dappertutto con la rugiada della gioia e il balsamo della misericordia. E riapparirà l’ “antico giardino”: rivedremo spuntare qua e là nuovi steli d’erba, teneri germogli, sorridenti margherite… e saporiti frutti di pace.    

                                    Don Paolo Piras

 

I FATTI DELLA SETTIMANA

 ■ 22 Luglio: grande onore a Santa Maria Maddalena.

MESSA-S.M.M-LUGLIO-2016La patrona del nostro arcipelago è sempre stata onorata alla grande nel giorno della sua festa, ma ancora di più in questo anno speciale, dove Ella è stata proclamata testimone di misericordia e di evangelizzazione da Papa Francesco. Imponente la partecipazione degli isolani ma anche dei tanti turisti e delle tante persone accorse dai paesi vicini per festeggiare S. Maria Maddalena. Alle 21.30 sul sagrato della Chiesa, davanti ad una piazza gremita di persone, dove la statua della Santa addobbata a festa, era stata posta affianco all’altare, il nostro Vescovo Mons. Sebastiano Sanguinetti ha presieduto la celebrazione della S.Messa, concelebranti l’Arcivescovo di Oristano Mons. Ignazio Sanna, il parroco Don Domenico Degortes e una marea di sacerdoti che non sono voluti mancare a questo appuntamento tanto atteso. Molte le autorità presenti: oltre al Sindaco Luca Montella e i rappresentanti comunali, i rappresentanti delle forze dell’Ordine, anche diversi sindaci dei paesi vicini. Oltre alla Confraternita del Getsemani, abbiamo avuto l’onore di avere con noi anche la Confraternita di Sant’Erasmo, proveniente dalla vicina Corsica e precisamente da Ajaccio. Le voci del coro di Ozieri, famoso in tutta la Sardegna, hanno dato un tocco di originalità alla celebrazione, rendendola ancora più solenne. Mons. Sanguinetti ha messo in risalto lo stretto, profondo, storico legame che unisce S. Maria Maddalena alla città che da Essa prende il nome e alla cui protezione si è sempre affidata nei secoli. “Quel legame e quella venerazione a Lei dedicata, ha sempre trovato nella sua grande, coinvolgente festa, la sua massima espressione e solennità ed è stata e continua ad essere oggi la festa per eccellenza della Maddalena: la festa più grande e più sentita dal punto di vista religioso e da quello civile”. Ha anche sottolineato che Maria Maddalena è testimone della dignità della donna, che in questo tempo viene calpestata, visti i tanti casi di femminicidio e ancora più forte si fa il richiamo del Vangelo e della chiesa a una pari dignità di uomo e donna insieme, affinchè possano diventare annunciatori del Risorto. Al termine della Messa una lunga processione con preghiere e canti: accompagnati dalla musica della banda S. Domenico Savio di Moneta, la statua della Santa, i Vescovi, i sacerdoti, le autorità, le confraternite, tutti gli altri gruppi e tanti fedeli, si sono recati nella banchina di Cala Gavetta, dove in diverse barche messe a disposizione, si sono imbarcati per assistere dal mare al bellissimo spettacolo dei fuochi d’artificio. Una processione a mare molto suggestiva, con tutte le barche che seguivano la Santa: le loro sirene e le loro luci, insieme al chiarore della luna, hanno dato vita ad un momento veramente spettacolare! Al rientro in chiesa, sempre in processione, la benedizione solenne del Vescovo e i ringraziamenti a tutti, in maniera particolare al Comitato della classe ‘66 che ha saputo organizzare al meglio questa superlativa festa!                                        

       Maria Vitiello

 

 

Donazione alla Parrocchia del quadro raffigurante il Miracolo di S. M. Maddalena

QUADRO S.M.MADDALENA 2016Anche l'ultimissimo impegno del Comitato Festeggiamenti Santa Maria Maddalena e Beata Vergine Maria – Classe 1965 è stato assolto nel migliore dei modi. Il 23 Luglio il mitico Comitato ’65 ha organizzato, in occasione della donazione alla Parrocchia del quadro raffigurante il Miracolo di Santa Maria Maddalena, una serata all'insegna della cultura, dell'arte e della simpatia. La presentazione dell’opera ha avuto luogo, alla presenza di tanti appassionati della nostra cultura, presso la sala Consiliare del Comune, gentilmente concessa dall'Amministrazione Comunale. Relatore il preparatissimo Prof. Toni Frau, un’eccellenza in materia, lo studioso orgoglio degli isolani, Presidente del Centro Studi e Documentazione biblio iconografica magdalenica.

L’illustrazione del quadro, precisa e puntuale, oltre ad interessare il pubblico presente, ha stimolato la curiosità di tutti, impazienti di prendere visione dell'opera temporaneamente posizionata sul sagrato della Chiesa, opportunamente coperta con un drappo. Per aggiungere un tocco di classe e di simpatia alla serata, il Comitato ’65 ha inserito un evento speciale nel programma, organizzando l'esibizione del Coro “Insieme per il Domani” con “La musica arriva al cuore di tutti”. Il pubblico, deliziato dalle voci dirette dal maestro Vincenzo La Cava, non è riuscito a contenere l'entusiasmo e quindi via con i tantissimi applausi e fragori di consenso. Durante l'esibizione, approfittando di una pausa del coro, è stato scoperto il quadro. Apprezzatissimo da tutti per la pregevolissima fattezza e per il suo contenuto storico-religioso. Il Parroco Don Domenico ha quindi benedetto l'opera ringraziando sentitamente il Comitato ’65, tutta l'organizzazione e complimentandosi con l’autore, l’artista Marilena Rocca, visibilmente emozionata.

Il Comitato Festeggiamenti Santa Maria Maddalena e Beata Vergine Maria – Classe 1965 ringrazia di cuore Don Domenico per l'opportunità concessa di provare quell’emozione unica di averne fatto parte. Ringrazia l’Amministrazione Comunale per essere sempre presente a tutti gli appuntamenti importanti. Oggi con il Presidente del Consiglio Comunale Roberto Ugazzi. Il Prof. Toni Frau e il suo Centro Studi e Documentazione biblio iconografica magdalenica. La Prof.ssa Giovanna Sotgiu per la preziosa collaborazione prestata per l'organizzazione dell'evento. Il Comitato ’66 per l’importante contributo accordato. All’artista Marilena Rocca per la sua professionalità. Al Coro “Insieme per il Domani” ed al Maestro Vincenzo La Cava, per la bravura, simpatia, professionalità e disponibilità. All’amico Simone Salvato per il significativo appoggio, senza il quale difficilmente si sarebbe ottenuto il successo conseguito. Un grazie di cuore a tutti i presenti.

   Per il Comitato Classe ’65 Pino Salmeri

Il Comitato “Classe ‘66” ringrazia in parte.

Raggiunti con grande entusiasmo e soddisfazione i “primi” obiettivi, cronologicamente legati ai Festeggiamenti in onore di S. Maria Maddalena, ci prepariamo per ripartire e programmare, altrettanto bene, i prossimi eventi che culmineranno con la Festa in onore della natività della B.V. Maria, il prossimo 8 settembre nella frazione di Moneta. Appagati dal grande apprezzamento che abbiamo ricevuto da molti concittadini e turisti, per quanto siamo riusciti a proporvi finora, non possiamo sottrarci ai ringraziamenti. L’elenco sarebbe davvero lunghissimo, perché da tanti abbiamo ricevuto: aiuto economico prima di tutto, ma anche aiuti in altre forme, non meno efficaci per la riuscita delle varie manifestazioni. Con particolare riguardo ai preparativi e alla Festa di S. Maria Maddalena dello scorso 22 luglio, vogliamo ringraziare: S.E. Mons. Sebastiano Sanguinetti e S.E. Mons. Ignazio Sanna, che con la loro presenza hanno dato ancora più rilevanza alla celebrazione religiosa, il parroco Don Domenico Degortes, i vice parroci di La Maddalena e Moneta, tutti i rappresentanti del clero che hanno concelebrato e i predicatori che durante la Novena di S. Maria Maddalena si sono avvicendati, la Confraternita di La Maddalena e quella della Corsica, l’Amministrazione comunale, in testa il Sindaco Avv. Luca Montella e il Vice-Sindaco Sig. Fabio Lai, i Dirigenti, i vari responsabili e tutti i numerosi collaboratori comunali, la Marina Militare, rappresentata dal Comandante CV Roberto Fazio, per la disponibilità del rimorchiatore “Porto Conte” che ha portato nella processione a mare il simulacro della Santa, nonché il Comandante dello stesso, il Lgt. Roberto Meloni e il suo equipaggio, il Comandante della Capitaneria di Porto CF Leonardo Deri e tutto il suo personale, per l’importante contributo e supporto tecnico, tutte le Forze dell’Ordine e di Polizia, per la collaborazione e presenza, gli instancabili volontari della Protezione Civile, il gruppo dei Fucilieri, il Coro “Gavino Gabriel” di Tempio, che ha aperto i festeggiamenti religiosi, il Coro locale delle "Voci nel Blues", l'A.S.D. Danz'Arte, il Coro “Città di Ozieri” che ha onorato col canto la solenne Messa, la storica Banda Musicale “S. Domenico Savio”, che ha accompagnato la processione, gli armatori delle M/N Riviera di Gallura, Marinella e Orient Express, che partecipando al tradizionale corteo a mare hanno permesso il trasporto delle Autorità e di numerosi fedeli, il Sig. Cristian Delogu, che ha fornito la piattaforma galleggiante per lo sparo dei fuochi d’artificio dal mare, la Ditta del Sig. Giorgio Oliva per il bellissimo spettacolo pirotecnico, la compagnia di Navigazione Delcomar, che ha concesso il passaggio gratuito di tutti gli artisti, dei tecnici e dei veicoli al seguito, inseriti nell’intero calendario dei Festeggiamenti, la Sig.ra Manila Salvati del Grand Hotel Resort Ma&Ma, che ha offerto uno squisito pranzo, per un momento di convivialità, alle Autorità religiose e civili, insieme ad una rappresentanza del Comitato Festeggiamenti e ad alcuni delegati della vicina Corsica, il Ristorante "Sottovento", che ha gentilmente offerto la cena all’intero staff del cantante Umberto Tozzi, la Sig.ra Paoletta Lai del bar Sporting, che ha preparato la cena per i Cori di Tempio e di Ozieri, il Sig. Romualdo D’Oriano per l’addobbo floreale della Santa e della Chiesa, tutti gli sponsor, indistintamente, presenti e non sul biglietto della Lotteria S.Maria Maddalena 2016, tutte le persone che, partecipando alle nostre iniziative e contribuendo anche con l’acquisto dei biglietti della lotteria, hanno patrocinato i nostri progetti e continuano a sostenerci… noi ci mettiamo il C U O R E, voi continuate a incoraggiarci. GRAZIE.

Gianni DERIU – Presidente Comitato Festeggiamenti “Classe 1966”

 

BENEDIZIONE-FURGONE-LUGLIO-■ Cerimonia di inaugurazione del nuovo pulmino destinato al servizio dei diversamente abili. In piazza Garibaldi venerdì 29 luglio è stato inaugurato il Pulmino che da oggi potrà prendere servizio della comunità diversamente abile della comunità...è stato comprato con il contributo finanziario di 52 imprenditori locali, su iniziativa della Società PIMG che fa attività di marketing con finalità sociali. Presenti il Sindaco e tutto il Consiglio Comunale che ha sospeso temporaneamente il consiglio per assistere alla benedizione impartita dal parroco don Domenico.

 

■ Condoglianze ai familiari di Francesca Monti ved. Cafiero che è tornata alla casa del Padre.

 

Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 1) Domenica 31 luglio

* Giornata Mondiale della Gioventù (G.M.G.) a Cracovia.

* Mercatino di beneficenza nella biblioteca parrocchiale.

2) Martedì 2 agosto

* Indulgenza della Porziuncola o perdono di Assisi (per sé o per i defunti).

3) Mercoledì 3 agosto

*S.Messa in cimitero alle ore 15.45.

4) Giovedì 4 agosto

* Dalle 18.00 alle 19.00: Preghiera per le vocazioni.

* Ore 21.30: Adorazione notturna con le sentinelle nella notte, fino alle 24.00.

5) Venerdì 5 agosto

* Primo venerdì del mese (dedicato al Sacro Cuore di Gesù).

6) Domenica 7 agosto

* Giornata per la Scuola Cattolica di La Maddalena.

 

Il Bollettino è consultabile anche sul sito:

http://www.lamaddalenadontbeafraid.it

e sulla pagina facebook:

http://www.facebook.co/Parrocchiasantamariamaddalena.it

 

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.