Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

n° 11 Sabato 12 Marzo 2016

 

EDITORIALE

Suore massacrate in Yemen

simbolo dell’8 marzo.

Venerdì 4 marzo ad Aden, nello Yemen, un paese dilaniato dalla guerra civile, quattro suore, della Congregazione di Madre Teresa di Calcutta sono state uccise da un commando di terroristi. Due delle suore erano ruandesi, suor Margarita, 44 anni, e suor Reginette, 32 anni, una indiana, suor Anselna, 57 anni, e una del Kenia, suor Judith, 44 anni. Sono state colpite al volto e sfigurate, poi uccise e calpestate. Insieme alle missionarie sono state trucidate altre 11 persone, collaboratori e dipendenti. Un sacerdote salesiano, che condivideva l’opera delle suore, è stato rapito. Dopo la carneficina gli assassini con raffiche di mitra hanno colpito il crocifisso, l’altare, il tabernacolo. Il messale e la Bibbia sono stati ridotti a brandelli. Nella Casa di accoglienza creata ad Aden dalla Congregazione di Madre Teresa, le quattro suore assistevano ottanta ospiti, vecchi e disabili, fra cui anche bambini, quasi tutti musulmani. Erano venute ad Aden per assistere l’umanità ferita e scartata. Avevano già ricevuto delle minacce eppure hanno preferito restare, per non abbandonare i loro malati, fedeli alla parola della fondatrice “Vivere e morire, con i poveri”. Nella foto le suore massacrate indossavano ancora sopra la veste bianca, il grembiule blu con cui servivano i malati. Di loro ha parlato papa Francesco, domenica scorsa, all’Angelus, ha detto: “Questi sono i martiri di oggi! Non sono copertine dei giornali, non sono notizie: questi danno il loro sangue per la Chiesa: queste persone sono vittime dell’attacco di quelli che li hanno uccisi, e anche dell’indifferenza”. Già, l’indifferenza; infatti è passata quasi sotto silenzio nei giorni scorsi la notizia dell’uccisione delle quattro suore. “Che male potevano fare quelle suore? -ha detto il cardinale Segretario di Stato Parolin – E’ anche quella povera gente che assistevano in mano di chi resterà? Non si capisce come persone che hanno dedicato la vita al bene del prossimo possano essere uccise e in modo così barbaro”. “Sono un esempio di coraggio femminile, sono di esempio per tutti” ha detto Mons. Galantino, segretario della CEI (Conferenza Episcopale Italiana). Non si è trattato di un incidente, bensì dell’apice di una serie di minacce nei confronti della comunità cattolica.Inoltre in un clima di guerra chi lavora per la pace, come le suore, è ritenuto più pericoloso dei nemici. Le quattro suore sono un simbolo dell’8 marzo Lo ha detto Maria Giovanna Ruggeri, presidente dell’Umofc (Unione mondiale organizzazioni femminili cattoliche). “Queste suore rappresentano tante donne che in nome della propria fede vengono perseguitate, subiscono violenze di tutti i generi”. Il grembiule che esse portavano addosso dice poche parole e molto servizio, come il grembiule di cui Gesù si è cinto per lavare i piedi agli apostoli nell’ultima cena. Altre tre Missionarie della Carità alcuni anni prima furono assassinate a colpi di bastone. Dalla Casa madre dell’Ordine, a Calcutta, arriva l’annuncio che le suore di Madre Teresa, non abbandoneranno lo Yemen. Tutto questo ci dice che la notizia del martirio delle suore meritava non l’indifferenza e il silenzio ma la conoscenza e l‘ammirazione.   

                        D.D.

 

RAGGI DI SOLE

SORRIDI ANCHE TU

SORRISI-BAMBINI-12032016“C'era una volta un sorriso che se ne andava a spasso per il mondo. Era un sorriso cordiale, allegro, affettuoso. Era felice come può esserlo un sorriso e ogni tanto fischiettava. Arrivò un giorno in una cittadina dove gli abitanti e il traffico erano particolarmente nervosi. Stava giudiziosamente aspettando il verde ad un semaforo, quando due auto si urtarono. Si arrestarono stridendo sul ciglio della strada, le portiere si aprirono e dalla prima auto balzò fuori un uomo con un cipiglio feroce. In modo fulmineo il sorriso si attaccò alla sua bocca e gli illuminò il volto con una luce arrendevole, disponibile, amichevole. La signora irritata che stava venendo fuori dall'altra auto con i pugni chiusi rimase interdetta, sorpresa e stupita. Poi, sorrise anche lei. "Chiedo scusa, è colpa mia" disse subito. "Capita! Pazienza..." rispose l'uomo. "Prendiamo un caffè insieme?". Il sorriso riprese il suo cammino. Fece sorridere l'impiegata dell'ufficio postale e tutta la fila di gente in attesa fiorì di chiacchiere. Passò sul viso di un'insegnante e gli studenti ricominciarono a stare attenti. Si fermò sulla faccia di un professore del policlinico e gli ammalati si sentirono meglio. Poi toccò ad un capufficio, alla cassiera del supermercato, ad un marito che tornava a casa, a due ragazzini che si erano sempre detestati... Alla sera, il sorriso ripartì. Era un po' stanco, ma la cittadina era più felice”. Dice un bel proverbio giapponese: “Quando il viso sorride, nel cuore spunta il sole”. E i suoi raggi si allungano e si avvolgono come braccia affettuose attorno alle nostre ferite, regalando sollievo e speranza.

Don Paolo Piras

 

FATTI DELLE ULTIME SETTIMANE

■ Stazione quaresimale all’Istituto San Vincenzo

Procedono le stazioni quaresimali nelle varie chiese della Città come momento comunitario di preghiera, di penitenza e di carità per le tre parrocchie. La cappella dell’Istituto S. Vincenzo è stata scelta per evidenziare l’opera educativa delle Figlie della Carità ed anche la vocazione alla vita consacrata di cui esse danno testimonianza, (da poco, il 2 febbraio, si è concluso l’anno dedicato dal Papa alla vita consacrata). La partecipazione è stata buona. Dispiace l’assenza dei bambini. Il coro della Madonna della Medaglia Miracolosa ha accompagnato la celebrazione con tanti bei canti. Nell’omelia il parroco, commentando la parola di Dio ha detto che anche noi come il popolo d’Israele in esilio, talvolta abbiamo l’impressione di essere abbandonati da Dio. Tante cose non vanno bene, non solo sotto l‘aspetto economico, ma soprattutto per tanta indifferenza diffusa, segno di individualismo e di egoismo, si mette al primo posto l’interesse personale trascurando quella della comunità. Non è Dio che ci abbandona ma noi che abbandoniamo Dio. Egli ci ama come e più di una mamma il suo bambino. Ci richiama in tanti modi. Ha mandato il suo Figlio Gesù che non solo è esempio di amore, ma dona il suo Spirito di amore a quanti si affidano in lui. È l’amore che cambia la nostra vita e cambia il mondo. La questua durante la Messa è stata destinata ai poveri della Città, molti dei quali sono assistiti dalle suore.  

24 Ore per il Signore.

Anche a La Maddalena è stato accolto l’invito di papa Francesco all’iniziativa delle “24 ore per il Signore”, da dedicare all’adorazione del Santissimo Sacramento e al sacramento della Riconciliazione. Si è cominciato con la Messa serale del venerdì 4 marzo. Alle ore 21.15 nella chiesa di S. Maria Maddalena sono convenuti fedeli dalle tre parrocchie cittadine, una quarantina, è stato esposto il Santissimo Sacramento e si è fatta una breve celebrazione penitenziale, preparata da don Antonello, quattro confessori erano a disposizione e molte persone si sono confessate. L’adorazione è continuata fino alle 24.00. È ripresa il giorno seguente dopo la Messa delle 9.00. Un sacerdote era a disposizione per le confessioni. Il tutto si è concluso con la Messa di sabato alle ore 18.00. Le ore non sono state esattamente 24, come nelle grandi città, comunque è stata una bella iniziativa quaresimale, una occasione per prepararsi meglio alla Pasqua.

Donne insieme

SUOR-LETIZIA-E-MONTELLA-201Splendida serata quella organizzata lo scorso 8 marzo dal Comune di La Maddalena, su iniziativa dell’assessore alle Pari Opportunità Maria Pia Zonca. Obiettivo dell’incontro RACCONTARE, raccontare “LE STORIE”, le vite e i ricordi di alcune delle protagoniste femminili che tanto lustro hanno portato all’isola di La Maddalena nei più disparati settori, da quello culturale a quello politico, da quello economico a quello medico, sociale financhè sportivo o semplicemente familiare. Piera Bulciolu, Lia Salvi, Chiara Rinaldi, Silvia Careddu, Lia Origoni, Alba Leoni, Giovanna Gravina, Emilia Gramigna, Giuseppina “Fiamma” Cogliolo, Rosanna Giudice, Maria Antonietta Piana, Graziella D’Angelo, Patrizia Gaddoni, “Tina “ Atzeni, Brunella Rocca, Lucia Romano, le ragazze del Caprera Calcio e dell’U.S. Garibaldi, Borislava Kutchoukova, Rosanna Cossu, Federica Nicolai, Federica Sanfilippo, Francesca D’Oriano, Sonia Sorano, Sabrina Pinato e Marina Perrot… E Suor Letizia, la sorella vincenziana che tutti conosciamo e che l’amministrazione comunale, nella persona del Sindaco Luca Montella, ha voluto ringraziare per l’importante ruolo da lei rivestito nella comunità maddalenina come religiosa e come insegnante, con una targa, un libro e un omaggio floreale, piccolo pegno per il suo instancabile contributo nei suoi ben quarant’anni di insegnamento e per i suoi ben cinquant’anni di vita consacrata. A chiudere la manifestazione il ricordo di una piccola, grande donna, Alessia Guccini, cui verrà intitolato il prossimo appuntamento di domenica 24 aprile, “Run4Alessia”, promosso dall’Associazione Sportisola La Maddalena, una simbolica corsa – staffetta a squadre che indosseranno i colori dell’arcobaleno, a lei tanto cari.

Margherita Scarpaci

 

■ Attività del Comitato classe ’65   (seguito)

Altra novità assoluta, il 16 Agosto il Comitato ’65 ha dato luogo alla Sagra della Sardegna in Piazza Umberto I. Stupenda serata con in primo piano i prodotti tipici sardi. Il 17 Agosto tutti a ballare in allegria e spensieratezza in Piazza Garibaldi con la Serata Latino Americana del Maestro Douglas. 18 Agosto la Sagra delle Cozze in Piazza
Umberto I. Un altro evento, fiore all’occhiello del Comitato Classe 1965, è stato il Concerto Tributo a Parodi, realizzato in Piazza Umberto I, con la partecipazione della mogli del cantante scomparso Andrea Parodi, e grazie all’impeccabile organizzazione di Sabina Biddau e del gruppo del musicista Antonello Ornano. Il 23 Agosto è l’appuntamento con l’Estrazione della Lotteria presentata dell’artista Franco One. L’estrazione è avvenuta in abbinamento ad altri due incredibili eventi: il Concerto del gruppo De Amistade e l’esibizione del simpaticissimo comico Gianluca Fubelli. Il 25 Agosto il Fisaraduno, durante il quale si sono avvicendati i migliori fisarmonicisti della Sardegna davanti ad una folla danzante. Il 27 Agosto un evento musicale d’eccezione in Piazza Rossa: Dagli anni 60 agli anni 80 Live. E l’otto di Settembre il Comitato ‘65 ha organizzato la Festa di Moneta, per la commemorazione della Natività della Beata Vergine Maria. La Piazza Don Riva gremita di fedeli per assistere alla Santa Messa Celebrata dal Vescovo Mons. Sebastiano Sanguinetti. Dopo la Messa Solenne ha avuto inizio la Processione in onore di Maria Bambina per le vie di Moneta, il cui simulacro è stato trasportato dalle donne del Comitato. Quindi inizio ai festeggiamenti con musica dal vivo e cena per la nutritissima folla di partecipanti. Una lotteria istantanea ed un simpaticissimo mercatino delle pulci. Tutti contenti e soddisfatti, addolciti anche dalla presenza dei Mastri di Frisgiola che preparavano e distribuivano le gustosissime frittelle ormai conosciute da chiunque. Il 18 settembre è terminato il Torneo di Calcio a 5 "1° Memorial Antonio Ceselia", organizzato dal Comitato Classe 1965 presso il campo dell'Oratorio della Chiesa di Moneta. Il 24 Settembre Alessandro Giacobbe, Professore di Storia dell’Arte e Storia Locale all’Accademia di Belle Arti di San Remo e borsista presso l’Università di Genova, ha relazionato, con un’esauriente ed approfondita esposizione, sugli aspetti della devozione magdalenica in Liguria Occidentale.Dopo aver collaborato con l’Associazione Velieri Vela Latina di La Maddalena per la Regata di Mezzo Passo del 18 Ottobre, il Comitato ha dato luogo, Domenica 25 Ottobre, alla Sagra delle Castagne presso i Giardini Pubblici di Due Strade. A Dicembre il Comitato 1965 è stato impegnato con l’organizzazione del Mercatino di Natale. Il Comitato ’65 ha altresì contribuito per la buona riuscita di diverse manifestazioni sportive. La manifestazione di mountain bike dedicata a Giuseppe Desogus svoltasi in un percorso di 42 km, il trofeo Leone di Caprera, la maratona notturna dei Lions Runner, Corri in Centro e Motoraduno ed altre ancora. Durante alcune serate estive, presso diverse location del Centro Storico Isolano, il Comitato Festeggiamenti Classe 1965  ha organizzato diversi concerti dei gruppi musicali e di giovani cantanti locali, gruppi di ottimo livello, costituiti dai giovani maddalenini, i quali hanno dato il loro contributo volontario. Di questo il Comitato ne è immensamente riconoscente. Un grandissimo grazie alle bands maddalenine!!! Opera Pia, Isole Intermedie, Palco della Musica, Binario 3, Red Stone, Prigionieri del Tempo, Alice in Veins. Sara Pinna, Franco One, Dj Fedesse, Br 1, Viper, Black, Luca Occhetti, Luca Alba, Crazy Fox Inc, Mallatrom Crew, Joshua Jack, Lamento & Young Chris, Anna Cozzolino, Elisa Fusto, Irene Calvia, Laura Cuneo, Ilenia Gianfrate, Rosalba Spinelli, Angela Izzo, Vanessa Talarico, Pasqualino Ziganti, Davide Aversano, Graziano Useli e la sua band, Elisabetta Dettori, Sabina Biddau, Marta Useli, Simonetta Varello, Maria Pia Zonca, Annalisa Iannone, Gabriella Pinna, Carolina Campione… Il Comitato ’65 ha illuminato la nicchia di Santa Maria Maddalena, il finestrone della Chiesa. Ha allestito il Presepe Natalizio.

(Fine) Pino Salmeri

 

■ Celebrazione del “Precetto Pasquale”

PRECETTO-PASQUALE-2016Mercoledì 9 marzo con inizio alle ore 10.30, presso l’Aula Magna “Primo Longobardo” della Scuola Sottufficiali “Domenico Bastianini, Medaglia D’oro al Valor Militare M.O.V.M”, è stato celebrato dal Vescovo della Diocesi di Tempio-Ampurias Sua Eccellenza Monsignor Sebastiano SANGUINETTI il “Precetto Pasquale” a favore dei militari delle Forze Armate/Forze Polizia appartenenti ai vari Reparti del Presidio. Hanno concelebrato l’evento il cappellano della Scuola Sottufficiali della M.M. don Antonello Tumminello, i Parroci della Città di La Maddalena insieme ai cappellani della Guardia di Finanza, della legione Carabinieri di Cagliari, della Brigata Sassari e della Scuola Carabinieri di Iglesias. La funzione religiosa, in preparazione della Santa Pasqua, è stata un’importante momento di raccoglimento e riflessione per tutto il personale della sede, ed è stata introdotta dal capitano di vascello Roberto FAZIO in qualità di Comandante del Presidio M.M. e Comandante della Scuola Sottufficiali M.M.. Alla cerimonia hanno partecipato i rappresentanti delle istituzioni civili: il Sig. Sindaco Avv. Luca Montella, il V. Sindaco Sig. Fabio Lai; e militari locali; studenti degli istituti scolastici S. Vincenzo, Istituto Comprensivo, IISS G. Garibaldi; nonché delle Associazioni d’Arma e Combattentistiche e, ovviamente, i tanti familiari del personale in servizio ed in congedo che, come da tradizione, ci sostengono nell’impegno quotidiano, testimoniando la persistenza e vitalità del legame che, ogni anno, si rinnova con la Marina Militare sul suolo maddalenino. Non ci resta che augurare a tutto il personale della “famiglia marinara” una felice e serena Pasqua.

 

Condoglianze ai familiari di Amelia Vitiello ved. Impagliazzo, Antonio Pilo, Giovannicca Gaspa ved. Fadda e Giovanni Pietropaoli che sono tornati alla casa del Padre.

 

Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 1) Domenica 13 marzo

* Terzo anniversario dell’elezione di papa Francesco.

* Giornata diocesana dei cresimandi, delle famiglie e padrini (S. Teodoro).

2) Mercoledì 16 marzo

* Stazione quaresimale nella chiesa della Madonna della Medaglia Miracolosa (militare) alle ore 18.30.

* Scadono le iscrizioni per il pellegrinaggio a Roma del 17-18 maggio.

3) Giovedì 17 e venerdì 18 marzo

* Festa della Madonnuccia ad Ajaccio città gemellata con la Maddalena.

* Ore 15,30 laboratorio dalla Caritas (ulivi).

4) Sabato 19 marzo

* Festa di S. Giuseppe sposo della B. V. Maria.

5) Domenica 20 marzo Domenica delle Palme

* Commemorazione dell’ingresso del Signore in Gerusalemme.

* Ore 10,45, all’Istituto S. Vincenzo, Benedizione delle Palme e processione verso la chiesa parrocchiale.

* Ore 11.00: Messa solenne.

* Giornata della Gioventù.

6) Martedì Santo 22 marzo

* Stazione quaresimale nella chiesa dell’Agonia di N.S.G.C. a Moneta alle ore 17.30.

7) Mercoledì Santo 23 marzo

* A Tempio in cattedrale alle ore 18.00 S. Messa del Crisma e consacrazione degli oli santi.

 

TRIDUO PASQUALE

 

8) Giovedì Santo 24 marzo

*Ore 17.30: Messa nella Cena del Signore

*Ore 21.30: Adorazione del Santissimo Sacramento

9) Venerdì Santo 25 marzo

*Ore 15.00: Coroncina della Divina Misericordia

*Ore 15.15: Celebrazione delle sette parole

*Ore 18.00: Celebrazione della Passione del Signore

*Ore 21.30: Via Crucis cittadina partendo da Moneta.

10) Sabato Santo 26 marzo

* Ore 22.30: Veglia Pasquale

(Entra in vigore l’orario legale)

11) Domenica di Pasqua 27 marzo

*Ore 10.30: Messa solenne e Processione dell’Incontro.

 12) Sabato 9 aprile

Pellegrinaggio a Lanusei, per le prenotazioni rivolgersi a Pierluigi Aversano al numero 3491534378.

 

 

Avvisi

Parrocchia Agonia di N. S. G.C. - Moneta

 1 ) Domenica 13 marzo

San Teodoro: Giornata diocesana dei cresimandi, delle famiglie e padrini.

2) Mercoledì 16 marzo

Ore 18.30 – stazione quaresimale nella chiesa della Madonna della Medaglia Miracolosa.

3) Sabato 19 marzo

Solennità di san Giuseppe, festa del papà. Ore 18.30 – conferenza di dott. Federico Santolini “La Passione di Cristo vista dal medico” nel salone delle conferenze.

4) Domenica 20 marzo

Domenica delle Palme. Ore 10.00 – benedizione delle palme nel giardino dell’Oasi Serena, processione e S. Messa solenne.

5) Lunedì 21 marzo

Ore 17.30 – S. Messa con il rito dell’ innalzamento della Croce e presentazione dei segni della Passione.

6) Martedì 22 marzo

Ore 17.30 – stazione quaresimale nella Parrocchia di Agonia N.S.G.C. Al seguito della Messa “Misericordia nella poesia”.

 

 

Avvisi

Parrocchia Madonna della Medaglia Miracolosa

 1) Mercoledì 16 marzo

Ore 18,30 stazione quaresimale, presso Parrocchia Militare.

2) Sabato 19 marzo

Non si celebrerà la S. Messa delle 18,30.

3) Domenica 20 marzo

Ore 11,00 benedizione palme e S. Messa della passione del Signore.

 

Il Bollettino è consultabile anche sul sito:

http://www.lamaddalenadontbeafraid.it

e sulla pagina facebook:

http://www.facebook.co/Parrocchiasantamariamaddalena.it

 

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.