Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

N°37 Sabato 12 settembre 2015

 

RAGGI DI SOLE

INSIEME

CIECO-E-STORPIO-2015Ho letto che un giorno, in un bosco molto frequentato, scoppiò un incendio. Tutti fuggirono, presi dal panico. Rimasero soltanto un cieco e uno zoppo. In preda alla paura, il cieco si stava dirigendo proprio verso il fronte dell’incendio. «Non di là!» gli gridò lo zoppo. «Finirai nel fuoco!». «Da che parte, allora?» chiese il cieco. «Io posso indicarti la strada» rrispose lo zoppo «ma non posso correre. Se tu mi prendi sulle tue spalle, potremmo scappare tutti e due molto più in fretta e metterci al sicuro». Il cieco seguì il consig+lio dello zoppo. E i due si salvarono insieme. Nessuno di noi è così povero o difettoso da non poter in alcun modo aiutare gli altri. Anche una sola minuscola scintilla può generare un incendio. Un raggio di sole può trasformare in un poema la nostra grigia quotidianità. Dandoci la mano e unendo le nostre risorse ci potremo salvare insieme.

                                                 Don Paolo Piras

 

 

 

 

 

DALLE PARROCCHIE

Giornata del malato e dell’anziano.

Domenica 30 Agosto ricorreva il 19° anniversario della morte di Don Giuseppe Riva, nostro compianto e beneamato parroco: è stata celebrata per lui una Messa e in quello stesso giorno è iniziata la novena a Maria Bambina in preparazione alla festa della sua nascita che celebriamo ogni anno essendo la compatrona della nostra parrocchia. E come ogni anno alla vigilia della festa il 7 settembre si celebra la giornata del malato e dell’anziano e la Messa viene celebrata nel giardino dell’Oasi Serena sotto la statua della Madonnina dell’arsenale, Maria Immacolata, davanti alla culla con Maria Bambina. Il canto Deus ti salvet Maria ha accompagnato l’ingresso verso l’altare dei sacerdoti e della Confraternita del Getsemani e la celebrazione è stata presieduta dal nostro parroco D. Andrea Domanski e concelebrata da Padre Roberto Marciak che già da qualche anno a Settembre lascia la Polonia per sostituire D. Andrea che avrà un periodo di riposo.(Piccola parentesi:dalla Polonia chi va e chi viene!) “Siamo qui ai piedi della Madonna per affidare a lei, madre di Cristo e madre nostra, i nostri fratelli che sono provati dalla malattia e dall’anzianità e ricordiamo e portiamo davanti a Maria anche tutti quelli che non possono essere presenti a causa dell’infermità o che si trovano all’ospedale della nostra comunità isolana o in altri ospedali”. Con queste parole D. Andrea ha iniziato la celebrazione dell’Eucaristia che è stata animata dal coro della parrocchia S. Giovanni Paolo e che ha visto la partecipazione di tanti fedeli tra cui alcuni ammalati, oltre a quelli dell’oasi, che sono stati accompagnati da familiari o dai volontari. L’ omelia invece è stata rivolta ai fedeli da Padre Roberto, il quale ha ben spiegato che la sofferenza è entrata nel mondo per il peccato dei nostri progenitori. Non è Dio che vuole la sofferenza, Lui non si compiace del dolore dell’umanità, anzi ne ha compassione. Per questo Dio si è fatto uomo, per essere vicino a noi con la sua misericordia, la sua bontà e il suo amore. La celebrazione si è conclusa con le preghiere della novena a Maria Bambina e con i ringraziamenti di D. Andrea a tutti i fedeli che hanno partecipato, al coro, alla Confraternita, ai volontari ospedalieri, al Consiglio Pastorale, all’ Associazione Oasi Serena che ha curato nei particolari la cerimonia e a tutti quelli che hanno lavorato per la buon riuscita della serata e alla fine, come consuetudine, un piccolo rinfresco che dà sempre modo alla comunità, di stare insieme, scambiandosi saluti e convenevoli.

Maria Vitiello

 

8 Settembre: Natività di Maria.

MARIABAMBINA-2015E’ bello vedere che ogni anno Maria Bambina a Moneta è festeggiata e onorata nel migliore dei modi e quest’anno non è stato da meno. E’ stato il Vescovo della nostra diocesi S. E. Mons. Sebastiano Sanguinetti a presiedere la Messa nella piazza Don Giuseppe Riva, alla presenza di molte persone che non hanno voluto mancare a questo speciale e tradizionale appuntamento. La Messa è stata concelebrata dal Parroco D. Andrea Domanski , D. Antonello Tumminello e Padre Roberto Marciak, polacco, presente in questo mese nell’isola, animata dal coro S. Giovanni Paolo e con la partecipazione della banda S. Domenico Savio, alla presenza di diverse autorità rappresentanti le varie istituzioni, compreso il sindaco di La Maddalena Luca Montella. Le voci del coro hanno accompagnato l’ingresso della statua di Maria Bambina portata a braccio dalla Confraternita del Getsemani, seguita dal Vescovo e dagli altri sacerdoti, dando così inizio alla celebrazione.

“Sono felice di condividere con voi la festa di Maria Bambina, la festa della natività di Maria Vergine, nella consapevolezza che sotto qualunque titolo noi la invochiamo, in lei vediamo la nostra Madre, colei che Cristo stesso ci ha consegnato perché fosse la nostra guida nel cammino verso il suo figlio”. Queste parole il Vescovo ha rivolto ai presenti all’inizio della celebrazione e poi nell’omelia ha sottolineato che Dio ci chiama così come ha chiamato Maria, che poteva dire di no alla sua chiamata ma Lei è la donna del si, donna di fede, che si è fidata pienamente di Dio e questo si di Maria nasce in un contesto di accoglienza e di amore. Ha poi accennato anche all’invito che Papa Francesco ha rivolto a tutte le parrocchie e cioè di accogliere ognuna una famiglia di profughi e che si adopererà perché questo invito venga accolto anche nella nostra diocesi. Al termine della Messa, non potendo trattenersi, ha salutato tutti mentre si è avviata la processione per le vie di Moneta. Sembrava di essere tornati indietro nel tempo proprio come quando c’era ancora D. G. Riva: le vie erano imbandierate a festa e alcuni altarini e fiori facevano onore al passaggio di Maria Bambina, mentre la banda S. D. Savio accompagnava con la sua musica i canti e le preghiere dei fedeli, veramente numerosi! Al rientro in chiesa della processione, prima della solenne benedizione D. Andrea ha rivolto un caloroso ringraziamento a tutti i presenti iniziando dal Sindaco e da tutte le autorità civili e militari, il Comitato di S. M. Maddalena e Maria Bambina classe 65, alla Confraternita , al coro, alla banda musicale al Consiglio Pastorale. Ha ringraziato le forze dell’ordine, la polizia municipale, la protezione civile che hanno permesso il tragitto della processione in sicurezza. Un ringraziamento al Vescovo, ai sacerdoti presenti e ha esteso a tutti gli auguri, con la vicinanza nella preghiera di D. Domenico, assente in questi giorni perché partecipante ad un convegno nella Comunità di S. Egidio e che proprio nella giornata dell’8 si trovava in Albania. Ha ringraziato tutti i gruppi che hanno lavorato per la preparazione e lo svolgimento della festa e non solo, per il loro impegno quotidiano e settimanale, mettendo così in pratica tutto quello che è stato celebrato, prendendo esempio da Maria, madre del Signore e madre nostra. Poi, mentre le autorità, i sacerdoti e le forze dell’ ordine nel salone dell’Oasi si gustavano un piccolo aperitivo, nella piazza fervevano i preparativi per la cena da parte del Comitato a cui ha partecipato un bel numero di persone. Naturalmente non potevano mancare le mitiche frittelle di Tonino Scanu e company sempre molto apprezzate. La serata è proseguita fino a tarda notte accompagnata dalla musica.                                          

Maria Vitiello

 

Impegno del Comitato classe 65

COMITATO-CLASSE-1965Passato il periodo di maggior affluenza turistica, il Comitato ha dedicato e concentrato tutte le attenzioni all’organizzazione della Festa di Moneta, per la commemorazione della Natività della B. V. Maria.

Dopo la Messa Solenne delle ore 18.00 celebrata dal Vescovo Mons.Sebastiano Sanguinetti, in Piazza Don Giuseppe Riva, alle 19,00 ha avuto inizio la Processione in onore della Beata Vergine Maria per le vie di Moneta.

La Processione con il simulacro di Maria Bambina, trasportato dalle donne del Comitato Festeggiamenti Santa Maria Maddalena e Natività della B.V. Maria – Classe 1965, ha avuto un seguito di numerosissimi fedeli. Tutto si è svolto con grande commozione e partecipazione di tutti.

Alle 20,00 il Comitato ha dato inizio alla seconda parte dei festeggiamenti con musica dal vivo e cena per la nutritissima folla di partecipanti.

Non solo. Il Comitato ha arricchito la festa di Moneta con una lotteria istantanea che ha visto premiare ben dieci vincitori e ha organizzato un simpaticissimo mercatino delle pulci.

Tutti contenti e soddisfatti, addolciti anche dalla presenza dei Mastri di Frisgiola che preparavano e distribuivano le gustosissime frittelle ormai conosciute da chiunque.

Ringraziamenti a fiumi per il Comitato Classe 1965 per aver saputo dare i giusti onori alla Beata Vergine Maria, per l’impegno e per la disponibilità mostrata verso la comunità.

I prossimi impegni del Comitato?

Intanto il Comitato ha dato inizio, l’11 settembre, al Torneo di Calcetto “Memorial Antonio Ceselia”, che si sta disputando presso i campi dell’Oratorio di Moneta.

Prossimamente contribuirà alla regata “La Rotta dei Contrabbandieri” prevista per il 26 e 27 Settembre, ricordando che il 27 settembre darà luogo ad un rinfresco a Cala Gavetta in occasione della premiazione.

Poi, durante la prima decade di Novembre, il Comitato classe 1965 darà luogo alla Sagra delle castagne. Attesissima, visto che questo alacre Comitato ha imparato a stupirci!

 

Pino Salmeri

 

■ Incontro internazionale delle Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione con Papa Francesco

Con gioia immensa sabato 5 settembre il nostro gruppo di evangelizzazione, unico in Sardegna, (membri delle cellule parrocchiali), ha partecipato all’udienza con il Santo Padre, insieme alle altre realtà parrocchiali che sono convenute da tutto il mondo a Roma, oltre 5.000 persone. Per questo avvenimento un gruppo consistente di persone da La Maddalena e da Palau, nelle prime ore del giorno, si sono imbarcate con il primo volo per Roma , arrivando in Sala Nervi (Paolo VI), dove abbiamo ascoltato la Santa Messa e le raccomandazione di Mons. Rino Fisichella, che ha introdotto il significato di questo incontro. Commoventi le parole espresse dal fondatore, Don Pigi (Pier Giorgio Perini) al Santo Padre, per il cammino delle cellule a partire da Milano, che ora sono sparse in mezzo mondo. Il Santo Padre ha detto “Vi saluto e sono contento di essere qui in mezzo a voi per questa giornata di preghiera e di riflessione, con la quale volete celebrare il riconoscimento ufficiale che la Chiesa vi ha offerto con l’approvazione definitiva dei vostri Statuti. Ma non dimenticare, per favore, che gli Statuti aiutano a andare sulla strada giusta, ma quello che fa l’opera è il carisma! Non avvenga che per custodire tanto gli Statuti, perdiate il carisma, per favore! Voi avete la vocazione di essere come un seme mediante il quale la comunità parrocchiale si interroga sul suo essere missionaria, e per questo sentite irresistibile dentro di voi la chiamata a incontrare tutti per annunciare la bellezza del Vangelo. Questo desiderio missionario richiede, anzitutto, ascolto della voce dello Spirito Santo, che continua a parlare alla sua Chiesa e la spinge a percorrere sentieri a volte ancora poco conosciuti, ma decisivi per la via dell’evangelizzazione. Rimanere sempre aperti a questo ascolto e avere cura che non si esaurisca mai per la stanchezza o le difficoltà del momento, è condizione per essere fedeli alla Parola del Signore, e nello stesso tempo è una spinta a superare i vari ostacoli che si incontrano nel cammino dell’evangelizzazione.

Con il vostro impegno quotidiano, e in comunione con le altre realtà ecclesiali, voi aiutate la comunità parrocchiale a diventare una famiglia in cui si ritrova la ricca e multiforme realtà della Chiesa incontrarsi nelle case per condividere le gioie e le attese che sono presenti nel cuore di ogni persona, è un’esperienza genuina di evangelizzazione che assomiglia molto a quanto avveniva nei primi tempi della Chiesa. Voi Cellule desiderate fare vostro questo stile di vita comunitaria, capace di accogliere tutti senza giudicare nessuno Il nostro giudice è il Signore, e se ti viene in bocca una parola di giudizio sull’uno o sull’altro, chiudi la bocca. Il Signore ci ha dato il consiglio: “Non giudicate e non sarete giudicati”. Convivere con la gente con semplicità, accogliere tutti. Perché accogliere tutti? Per offrire l’esperienza della presenza di Dio e dell’amore dei fratelli. L’evangelizzazione sente forte l’esigenza dell’accoglienza, della vicinanza, perché è uno dei primi segni della comunione che siamo chiamati a testimoniare per avere incontrato Cristo nella nostra vita.

Vi incoraggio a fare dell’Eucaristia il cuore della vostra missione di evangelizzazione, così che ogni Cellula sia una comunità eucaristica dove spezzare il pane equivale a riconoscere la reale presenza di Gesù Cristo in mezzo a noi. Alla fine dell’udienza abbiamo ricevuto la sua Santa Benedizione; con fortuna l’abbiamo fotografato e visto da vicino, questo ci ha resi ancora più felici. Nei prossimi giorni il parroco don Domenico con la sig.ra Ernesta Bossi, organizzeranno una riunione dove potranno partecipare tutti coloro che vogliano conoscere le cellule parrocchiali e le esperienze di questo nostro gruppo.

                       Remigio Pengo

 

Auguri ai neo battezzati Clelia, Lorenzo, Lorenzo Secondo, Martina, Ivan e Mattia.

 

Auguri ai novelli sposi Lorenzo e Annalisa.

 

Condoglianze ai familiari di Ines Guidarini ved. Panzani, Salvatore Sangaino e Antonio Mario Sardo che sono tornati alla casa del Padre.

 

Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 

Domenica 13 settembre

Ad Ozieri Ordinazione episcopale di don Corrado Melis Vescovo di Ozieri, alle ore 17,00.

 

Lunedì 14 settembre

Festa della esaltazione della Santa Croce.

Santa Messa alla Crocetta alle ore 18,00

 

Da domenica 20 al 23 settembre

Triduo e Festa di San Pio da Pietrelcina

 

Domenica 20 settembre

Ore 17,30 nella chiesa parrocchiale conferenza sul tema: Famiglia, Sofferenza, Misericordia. Relatori: Lucia Miglionico e Giuseppe Petracca Ciavarella

(Medici di Casa Sollievo della Sofferenza)

Ore 19,00 S. Messa.

 

Lunedì 21 settembre

Ore 8,30 Lodi

Ore 18,00 Recita del Rosario meditato

Ore 19,00 S. Messa

 

Martedì 22 settembre

Ore 8,30 lodi

Ore 18,00 Recita del Rosario meditato

Ore 19,00 S. Messa

Ore 21,30 Veglia di Preghiera

 

Mercoledì 23 settembre festa di Padre Pio

Ore 8,30 lodi

Ore 18,00 Recita del Rosario meditato

Ore 19,00 S. Messa Solenne

 

 

Avvisi

Parrocchia Agonia di N. S. G. C. – Moneta

 

Lunedì 14 settembre

La S. Messa per l’Esaltazione della S. Croce sarà anziché alle ore 8,00 alle ore 18,30.

 

Il Bollettino è consultabile anche sul sito:

http://www.lamaddalenadontbeafraid.it

e sulla pagina facebook:

http://www.facebook.co/Parrocchiasantamariamaddalena.it

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.