Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

N°32 Sabato 8 agosto 2015

 

RAGGI DI SOLE

“SE SCATTA L’ALLARME”

“Una notte scoppiò un incendio nel villaggio in cui abitava Kichiyomu. L'uomo indossò il kimono, si lavò il viso e, lemme lemme, andò ad avvertire il capo villaggio: «Signore, scusate, è scoppiato un incendio. Signore, ci sarebbe un incendio», diceva con calma e gentilezza. Ma il tono di voce era troppo basso e il capo villaggio non aprì neanche un occhio. Poco dopo si svegliò la moglie che, sentendo un bisbiglio alla porta, andò a vedere chi fosse. Trovò Kichiyomu che, senza perdersi d' animo, ripeteva: «Signore, ci sarebbe un incendio». La donna, allarmata, svegliò subito il marito. L' uomo si agitò come un forsennato e in gran fretta si diresse verso il luogo dell' incendio. Quando arrivò, il fuoco era ormai spento e i funzionari lo rimproverarono per essere intervenuto così tardi. Lui si scusò in tutti i modi, ma tornato a casa convocò Kichiyomu e gli fece una bella ramanzina: «Insomma Kichiyomu, non devi usarmi tanti riguardi quando c'è un incendio. Se succede qualcosa di grave nel villaggio, devi affrettarti a venire a bussare alla mia porta e chiamarmi a voce alta». «Va bene, ho capito», disse Kichiyomu e andò via. Qualche tempo dopo, nel cuore della notte, Kichiyomu arrivò di corsa ansimando alla porta del capo villaggio. Brandendo un pesante bastone che aveva portato con sé, cominciò a colpire ovunque, con botte da orbi, finestre e scorrevoli di legno, spaccando tutto. Infine, urlando a squarciagola, prese di mira i pilastri: «Signore, un incendio enorme! Un incendio, un incendio!». Il capo villaggio saltò dal letto: «Kichiyomu, ho capito. Smettila con il bastone, mi stai distruggendo la casa. Piuttosto, dov’è l'incendio?», chiese sconvolto. Kichiyomu allora con aria innocente: «Signore, va bene se vi sveglio così la prossima volta che ci sarà un incendio?».

Spero che la novella giapponese che vi ho riferito sia servita a farvi sorridere. La Fede Cristiana, vissuta “sul serio”, genera gioia, buonumore, serenità. Rivolgendosi alle consorelle, la beata suor Giuseppina Nicòli le esortava dicendo: «Bisogna servire il Signore allegramente». Una serietà fredda, rigida e severa, incapace di sorridere e scherzare, diventa musoneria, incute disagio e tristezza, può provocare fastidiosi mal di pancia. «State allegri nel Signore – raccomanda San Paolo – ve lo ripeto: state allegri !». Permettetemi un suggerimento: non fate come Kichiyomu. Tenete sempre a portata di mano una tazza d’acqua gelata: se scattasse l’allarme per un principio d’incendio e non disponete di un estintore, potreste tentare di spegnere le fiamme almeno con una …….“freddura”!          

Don Paolo Piras

 

DALLE PARROCCHIE

 

Scuola Primaria Paritaria Istituto San Vincenzo

Ne sono passate di generazioni all'Istituto San Vincenzo: figli, genitori, zii, nipoti e anche qualche nonno. Di tanto in tanto si presenta qualcuno che arriva d'estate per le vacanze estive e si avvicina alla scuola, nostalgico e curioso di vedere se nel corso di tutti questi anni è cambiato qualcosa. Certo è, che di bambini ne son passati tanti e molti di loro hanno raggiunto grandi traguardi sia dal punto di vista culturale che lavorativo. È dunque una grande soddisfazione realizzare che gran parte degli insegnamenti appresi all'istituto abbia dato i propri frutti. Nessuno ha compiuto dei miracoli, ma l'impegno e la passione con i quali si opera al San Vincenzo, non sono mai mancati. Soprattutto in questi anni, dove si fa fatica a convivere con le difficoltà economiche, la scuola ha cercato di offrire sempre un'adeguata proposta didattico - educativa alle famiglie e ai propri alunni, facendo in prima persona dei sacrifici, cercando, pur nelle difficoltà, di garantire un luogo sempre aperto e pronto a offrire ospitalità e sapere a tutte quelle famiglie che, iscrivendo i propri figli nella nostra scuola, hanno riposto in noi grande fiducia. E noi non vogliamo deluderli: ogni anno il team docente si organizza e programma le attività mettendo a punto tutte le strategie didattiche adatte a favorire un apprendimento forte e motivato. I bambini lavorano con grande impegno e accolgono con interesse tutte le proposte. A volte si possono incontrare delle difficoltà, ma la scuola è pienamente a disposizione delle famiglie, nel supportarle ad affrontare qualsiasi problematica, sempre per il bene dei propri alunni e per la serenità dei genitori. Sosteniamo dunque l'Istituto. Facciamo in modo che una tale realtà sociale non rischi l'estinzione. Non è solo una scuola, ma è anche un luogo di accoglienza e di preghiera dove spesso molte famiglie in difficoltà trovano carità e grande conforto. L'Istituto San Vincenzo è una grande comunità: al suo interno operano in primis le Figlie della Carità accompagnate da personale docente e non docente laico, che da anni si adopera per tenere in piedi una grande struttura come quella dell'Istituto, con sacrifici e devozione, perché credono nel loro lavoro e negli insegnamenti del loro fondatore San Vincenzo De' Paoli.

                                 M. T. L.

 

Madre Teresa, Il Musical.

Impegno, amore, determinazione… Ce l’abbiamo messa tutta! Anche questa volta! A dispetto dell’anticiclone Caronte, che col suo caldo “infernale” pareva ostinatamente tormentarci durante le prove serali… A dispetto delle difficoltà legate alla nuova sede, la chiesa di Santa Maria Maddalena, ben diversa dal palco dell’oratorio, con la necessità di tutti gli accorgimenti scenici e tecnici del caso… Ma, come sempre, tanta buona volontà e tanta arte di “arrangiarsi” ed eccoci qui, con la replica a distanza di un anno del musical “Madre Teresa”… Un successo! La caparbietà della “regista” Manuela Verzino, la sollecitudine di Don Andrea Domanski, l’ingresso nel gruppo di persone adulte provenienti anche dalle altre parrocchie dell’isola, il contributo delle loro capacità, il ricambio generazionale e una rinnovata passione per la musica sono solo alcuni degli ingredienti, che hanno permesso ai membri del gruppo (bambini, ragazzi e adulti da zero a settant’anni!), per lo più dilettanti autodidatti mossi da una sana passione per la musica, di raggiungere quest’ennesimo traguardo! E così, lo scorso venerdì 31 luglio ecco la chiesa, ancora una volta gremita … Ecco la gente, in piedi lungo le navate, sul sagrato!!! I solisti come sempre eccezionali: Irene Calvia, Anna Cozzolino, Ascanio Boragine, Antonello Calvia, Emanuele Cocco e William Jefferson Edes jr… Mai semplici esecutori, ma interpreti appassionati di quei sentimenti di compassione, speranza, consolazione e amore incondizionato per il prossimo, che furono il cardine della missione terrena di Madre Teresa. Le malattie, la fame, la povertà, l'incontro-scontro con le autorità religiose locali, i problemi e i dolori, i drammi di singoli individui, questi i temi messi in scena questa volta, col chiaro scopo di offrire al pubblico, un momento di riflessione innanzitutto sulla fede che illuminò Madre Teresa, e su quella semplicità che seppe elevare ad arma prediletta contro quell’immensa povertà, materiale e morale soprattutto, contro cui dovette combattere ogni giorno della sua vita.

                                         Margherita Scarpaci

Pellegrinaggio a Razzoli.

Circa 90 persone hanno partecipato, sabato 1° agosto, al pellegrinaggio nell’isola di Razzoli, rinviato dal sabato precedente a causa del maltempo. Trenta persone provenivano dal villaggio turistico S. Clara nel comune di Palau. Tutti gli altri erano maddalenini e turisti, alcuni stranieri. Il tempo alternava un po’ di sole e un po’ di nuvolo. Si è partiti dalla chiesa parrocchiale alle 14.15. In navigazione si è recitato il rosario. Giunti sull’isola un buon numero di persone sono andate a piedi al faro ammirando il bellissimo paesaggio. Peccato quei tubi arrugginiti e cadenti intorno al faro! Indicavano l’intenzione di un restauro ma, dopo tanti anni né restauro né tubi ma degrado. Altre persone, col gommone della motobarca Orient Express, si sono recate alla spiaggia di Cala Lunga per il bagno. Alle 18.00 si è celebrata la Messa presso il pontile. E’ stato bellissimo. Tutto intorno i monumenti delle rocce, dalle forme più fantasiose, scolpite dal vento e dalla salsedine: una maestosa cattedrale. In questa cattedrale abbiamo lodato e ringraziato Dio che nel creato, ci parla e ci trasmette qualcosa della sua bellezza e della sua bontà. Abbiamo compreso meglio la responsabilità di custodirlo per noi e per quelli che verranno dopo di noi. Nel viaggio di ritorno l’organizzatore del pellegrinaggio, Pier Luigi Aversano e il comandante della motobarca Peppe Onorato col personale, hanno organizzato e servito un gradevole rinfresco. Questi pellegrinaggi nelle nostre isole, cattedrali del creato, servono a far conoscere le bellezze del nostro arcipelago, ad innalzare a Dio per esse un inno di lode e di ringraziamento, a educare al rispetto e alla difesa della natura, a favorire l’incontro e la socializzazione di tante persone locali e forestiere.

Restaurato quadro del XVII secolo.

E’ rientrato in parrocchia uno dei tre antichi quadri che adornavano la nostra chiesa. Rappresenta la Madonna del Rosario. La Beata Vergine, coronata di dodici stelle, ha in braccio il Bambino Gesù; entrambi, porgono la corona del rosario a due santi: S. Domenico e Santa Caterina da Siena, che, secondo la tradizione, hanno diffuso la devozione al Santo Rosario. Il quadro è anche espressione della devozione al Rosario della prima comunità cristiana di La Maddalena. È stato restaurato dalla ditta Lucchini Restauri di Milano ed è costato 2.500 euro. Anche gli altri due antichi quadri sono stati restaurati negli anni scorsi dalla stessa ditta. Uno, rappresenta S. Michele arcangelo che vince il demonio, e l’altro S. Antonio da Padova. Tutti e tre erano molto deteriorati ma non si poteva dismetterli perché esprimevano la religiosità dei primi maddalenini. Ora, restaurati, sono esposti uno nella cappella delle anime del purgatorio o del suffragio e gli altri due nella cappella di S.Antonio. Anche le antiche cornici, molto rovinate, grazie alla “ditta” Gioielli, sono state recuperate.

 

Maria Maddalena

Per chi…

un dì radioso

la chioma tua fluente

baciata dal sole

hai sciolto

inaspettatamente?

E i calzari

tuoi preziosi?

E le vesti

di lussuosa fattura

per chi

hai felicemente

deposto?

Per chi…

Maria di Magdala

Per Lui….

solo per Lui

il nostro Signore!

Incrociando

un di beato

lo sguardo suo

di zaffiro lucente

la vita tua

privilegiata

invidiata

davanti agli occhi

all’improvviso

t’è balenata

svuotata

d’ogni senso…

La Sua Parola

di vita vera

il cuore e la mente

stupidamente

colmando

t’ha purificata

e salvata…

Maddalena Migliore

 

Condoglianze ai familiari di Paolina Luciano e Giuseppe Biccu che sono tornati alla casa del Padre.

 

Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 

1) Domenica 9 agosto

Giornata per la Scuola Cattolica dell’Istituto San Vincenzo di La Maddalena.

 

2) Lunedì 10 agosto

Festa di S. Lorenzo diacono e martire.

 

3) Martedì 11 agosto

Festa di S. Chiara vergine. La Messa delle ore 19.00 sarà celebrata presso l’Oasi S. Francesco.

 

4) Mercoledì 12 agosto

La Messa delle ore 19.00 sarà celebrata da don Adriano, superiore del Cottolengo di Torino, seguirà una preghiera di guarigione.

 

5) Sabato 15 agosto

Solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria.

Nel pomeriggio pellegrinaggio all’isola di Santa Maria, partendo dalla parrocchia alle ore 14.45.

6) Rosario itinerante, tutti i martedì alle ore 21,30, presso l’Istituto San Vincenzo.

 

7) Continua il mercatino di antiquariato per beneficenza, nella biblioteca parrocchiale.

 

 

Avvisi

Parrocchia Agonia di N. S. G. C. – Moneta

 

1. Sabato 15 agosto

Solennità dell’Assunzione della B. V. Maria – orari delle Sante Messe:

venerdì 14 agosto

ore 18.00 – prefestiva Moneta

ore 19.00 – prefestiva Vill. Piras

sabato 15 agosto

ore 08.00 – Moneta

ore 10.00 – Moneta

ore 19.00 – Stagnali

ore 19.00 – prefestiva Vill. Piras

 

● Oratorio "San Domenico Savio" comunica che sono in corso le iscrizioni al torneo di Calcetto in occasione della Festività della Natività della Beata Vergine Maria! Il torneo è dedicato a tutti gli over 30 (anno nascita 1985) con possibilità di due over 25 (anno 1990) e si svolgerà dal 17 agosto al 5 settembre circa dal lunedì al venerdì! Iscrizioni entro la settimana corrente tramite Luciano 346 8458754.

 

 

 

Avvisi

Parrocchia

Madonna della Medaglia Miracolosa

 

Variazione orario SS. Messe festive mesi di luglio e agosto: sabato ore 19,30 e domenica ore 21,00 nella Parrocchia Madonna Medaglia Miracolosa.

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.