Home Alina Piazza
PDF Stampa
Scritto da Administrator   
Alina Piazza
piazzaAlina88Alina Piazza, nata a Vercelli nel 1949, ha conseguito nel 1974 presso l'Università di Torino la laurea il lettere ad indirizzo archeologico. Ha pubblicato nel 1998 lo studio Barmasc. Matrici precristiane dei riti di immersione, concernente le origini del rito valdostano di immersione della croce nelle sorgenti e i rapporti intercorrenti fra la figura di S. Maria Maddalena e le acque. Nel 2000 è comparsa in una miscellanea sulla devozione popolare a Vercelli la ricerca Maria Maddalena: una santa venuta da lontano, riguardante la presenza della Maddalena nell'arte e nella tradizione vercellesi, con particolare attenzione all'antica festa patrocinata dalla Corporazione degli Ortolani, della quale era patrona. Infine ha pubblicato nel 2002 sulla rivista regionale "Piemonte Parchi" un articolo sulla costante presenza di antiche chiese ed oratori della Santa lungo gli itinerari storici di superamento delle Alpi occidentali.
A. PIAZZA, Barmasc. Matrici precristiane dei riti di immersione, Priuli e Verlucca Editori, Ivrea 1998;
A. PIAZZA, Maria Maddalena: una santa venuta da lontano, in "Espressioni della pietà popolare in Vercelli", Gallo Artigrafiche, Vercelli 2000;
A. PIAZZA, In cammino con Maria Maddalena, in "Piemonte Parchi", n. 119, agosto/settembre 2002, pp. 36-37.
Maria Maddalena nello stretto di Bonifacio
La relazione concerne il problema dell'arrivo della devozione a S. Maria Maddalena nelle Bocche di Bonifacio, riguardo al quale è possibile fare varie ipotesi, mancando dati certi per il Medioevo, periodo che segna invece in tutta Europa la maggiore diffusione della devozione verso la Santa. Un confronto con tre zone campione in Valle d'Aosta, Piemonte e Liguria mostra la costante presenza della Maddalena e di S. Stefano in luoghi di forte presenza benedettina e in particolare cluniacense. Passata a fine XIII sec. ai Domenicani la custodia di St-Maximin/La Sainte Baume, si ha testimonianza scritta di due pellegrini recatisi in al santuario provenzale da Corsica e Sardegna, mentre la presenza domenicana nella genovese Bonifacio spiega l'impulso dato alla devozione verso la Santa e la diffusione della Legenda Aurea di Jacopo da Varagine, Tale impulso venne anche dai francescani, ugualmente molto presenti a Bonifacio e che fin dalle origini l'avevano per patrona. Questo il retroterra devozionale dei pastori corsi che fondarono a La Maddalena la prima chiesetta dedicata alla Santa.
 
Copyright © 2019 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.