Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

n° 47 Sabato  25 Novembre 2017

EDITORIALE

 IL PARADISO

 TUTTI-I-SANTI-25112017La parola significa parco- giardino ed è utilizzata nella Bibbia per indicare il luogo dove Dio ha collocato la prima coppia umana (paradiso terrestre) ed anche per esprimere il luogo celeste dove gli eletti dopo la morte godono una felicità eterna (paradiso celeste). “Oggi con me sarai nel paradiso” ha detto Gesù sulla croce al buon ladrone, paradiso come soggiorno dei giusti e godimento della felicità con Gesù nel suo regno.

 Nella solennità di Tutti i Santi la Chiesa invita i fedeli a contemplare la città del cielo, la  patria dei giusti, dove li attende il Cristo col Padre e lo Spirito Santo, la beata Vergine, san Giuseppe, gli angeli, i santi, e tanti familiari, parenti ed amici. Cosa fanno le anime dei beati? Contemplano Dio e la sua bellezza in una perenne estasi d’amore, sono trasfigurati, simili a lui, lo vedono così come egli è, faccia a faccia, in comunione eterna di vita e di amore e con i cori degli angeli proclamano esultanti la sua lode. Uniti a Cristo seguono le nostre vicende umane e intercedono presso Dio per noi. Dio è il sommo bene del paradiso, il godimento eterno, in lui ogni altro bene senza alcun male. In quel regno di amore non ci sono più invidie, tutti si amano teneramente, e ciascuno gode del bene dell’altro come fosse suo. Chi va in paradiso? Chi è in grazia di Dio, chi vive nella sua amicizia, chi è perfettamente purificato. Coloro che sono imperfettamente purificati, sebbene siano certi della salvezza eterna, vengono sottoposti dopo la morte ad una purificazione che chiamiamo purgatorio. Per essi la Chiesa offre suffragi, in particolare il sacrificio eucaristico, ma anche elemosine, indulgenze, opere di penitenza, affinché purificati, possano giungere alla visione beatifica di Dio. Il desiderio del paradiso è nascosto nella profondità dell’animo umano desideroso di pienezza e di eternità. Dio ci ha fatti per se, solo in lui trova appagamento la nostra sete di vita e di felicità. Tanti santi hanno avuto la visione del paradiso anche solo per un momento, ad esempio san Paolo, santa Teresa d’Avila e anche i veggenti di Fatima. San Filippo Neri, rappresentato in una cappella della chiesa di Santa Maria Maddalena, essendogli offerta la dignità cardinalizia, buttò la berretta in aria dicendo: “paradiso, paradiso”. Il desiderio del paradiso rende forti nelle difficoltà ed aiuta a fare le scelte migliori.               

                     D.D.

 

RAGGI DI SOLE

IL CONFETTO

CONFETTO-25112017Siena, fine 1984, Seminario di Montarioso per “vocazioni adulte”. Mi ero recato là con un amico per un anno “propedeutico” di verifica della chiamata al sacerdozio: dovevo accertare – con la guida dei Superiori – se si trattava di una vocazione proveniente da Dio oppure di un pio desiderio da parte mia. Sentivo la spinta interiore verso il sacerdozio, ma era necessario metterla al vaglio prima di decidere le dimissioni dal mio lavoro d’impiegato comunale. Durante quel periodo di preghiera e di studio e di formazione spirituale, mi accadde di fare un incontro particolare che ora vi racconto. Una sera d’inverno, mentre pregavo nella  mia cameretta seduto al tavolino, al debole chiarore di un lume vidi accanto al libro aperto un moscerino che a stento si reggeva barcollando sulle sue esilissime zampine. Nudo com’era, con le alucce quasi invisibili e insufficienti per ripararsi dal freddo, probabilmente aveva anche fame. Così ho inumidito appena un confetto bianco che tenevo sul tavolo e poi con una fogliolina ho sollevato il moscerino e l’ho posato delicatamente sul confetto, sperando che potesse almeno rifocillarsi con un po’ di dolcezza e trascorrere una buona  notte. Dopo avevo ripreso a pregare e ogni tanto volgevo gli occhi al mio fragile amichetto che si gustava l’inatteso spuntino. Al mattino seguente, il moscerino non c’era più: evidentemente era riuscito a volar via e a continuare così la sua avventura di vita sotto lo sguardo compiaciuto di Dio, che ha creato tutto per l’esistenza. Sì, anche gli esseri più minuscoli e apparentemente insignificanti, ai quali forse non viene offerta un’adeguata attenzione e che anzi spesso vengono cacciati via o uccisi anche se non danno fastidio. Eppure Dio non ha creato nulla d’inutile o di superfluo, ma tutto di bello e di buono. Sta a noi il compito di rispettare ogni essere vivente e di prendercene cura, sempre grati al Padre nostro che continua ad effondere la sua tenerezza su tutte le creature. (cfr. Sal.144) 

        Don Paolo Piras  

I FATTI DELLA SETTIMANA

 ■ Pellegrinaggio a Carloforte per la Festa della Madonna dello Schiavo 2017

CHIESA-MADONNA-SCHIAVO"Sarebbe bello che una rappresentanza della nostra comunità maddalenina partecipasse a Carloforte il 15 novembre alla Festa della Madonna dello Schiavo, venerata dai carlofortini già schiavi in Tunisia e che fosse poi da loro contraccambiata il 22 luglio in occasione della nostra festa patronale di Santa Maria Maddalena, e così rafforzare i legami religiosi, umani e sociali”. Così disse Don Domenico Degortes, alla presenza di una delegazione di 50 persone giunte da Carloforte e accompagnata dal Parroco Don Gianni Cannas, giovedì 30 marzo 2017 nella Parrocchia di Santa Maria Maddalena. Nella ricorrenza dei 250 anni dalla fondazione di La Maddalena, si è svolta la cerimonia del gemellaggio religioso tra La Maddalena e Carloforte, isole che "scoprono" di avere tante cose in comune.  E così nei giorni 14, 15 e 16 novembre una delegazione di 26 maddalenini accompagnati da Don Domenico ha cominciato questo viaggio così intenso ed emozionante. Giunti a Carloforte siamo stati accolti al porto dal Parroco Don Gianni Cannas e la prima tappa è stata la visita alla chiesetta della Madonna dello Schiavo nel centro storico, a due passi dalla Parrocchia di San Carlo Borromeo dove il simulacro della Vergine viene traslato durante la novena. Lì assistiamo alla conclusione della Novena e alla Santa Messa officiata dal Parroco Don Cannas e concelebrata da Don Domenico ed altri sacerdoti. Durante l'offertorio è stata donata dalla nostra comunità una icona, molto apprezzata, raffigurante Santa Maria Maddalena, opera di Gianni Gala. Dopo la Messa, nel vicinissimo oratorio intitolato a Monsignor Chiga, che è stato nostro Vescovo diocesano, siamo stati invitati ad un fraterno momento conviviale, molto gradito. La festa della Madonna dello Schiavo è senza dubbio quella più sentita dalla comunità carlofortina. La chiesa, stracolma e festante, è riccamente addobbata con drappi rossi e mazzi di rose bianche. Alle 11,30 la Messa solenne è presieduta dal Vescovo di Iglesias Mons. Giampaolo Zedda. Nel pomeriggio abbiamo fatto un bellissimo giro turistico per tutta l'isola accompagnati dalla bravissima guida Natalia Lapicca: la visione spettacolare della costa intorno al faro di Capo Sandalo, la visita alla baia della Caletta e ai resti della fabbrica del tonno, il monumento a Carlo Emanuele III di Savoia ubicato nella piazza omonima sul lungomare, in segno di riconoscenza al re. Dopo la Messa delle ore 18 dall’interno della Chiesa esce la statua della Madonna dello Schiavo, con in testa le antiche confraternite e la banda, seguita da una folla lunghissima di fedeli che l’accompagnano; accanto alla nostra delegazione c'era pure quella di Pegli, col rettore del santuario della Madonna della Guardia situato sulle alture di Genova. La processione, dopo aver toccato le vie principali del paese, termina nella Parrocchia di San Carlo Borromeo. Molto toccante è stata la fermata della statua, come da tradizione, di fronte alla casa di un'ammalata grave. Il giorno 16 durante il viaggio di ritorno alla nostra isola abbiamo fatto sosta a Bonarcado, 1.588 abitanti nella provincia di Oristano, nella regione storica del Montiferru. Qui la nostra guida è stato il parroco Isidoro Meloni. Ai piedi della Basilica di Santa Maria di Bonarcado sorge il Santuario di Nostra Signora di Bonacattu che risale al VII secolo, considerato il più antico santuario mariano della Sardegna. Il santuario, ebbe l'appellativo di Bonacattu che vuol dire "Buona Accoglienza". Dopo il pranzo in agriturismo, il rientro all'Isola con la recita del santo Rosario. Grazie anche al bel tempo, siamo rientrati a casa con una grande gioia avendo vissuto momenti  veramente lieti.             

         Dott. Antonio Impagliazzo

 

Il Papa chiama….Moneta risponde…

CENA-DI-BENEFICENZA-moneta-Al termine del Giubileo della misericordia, Papa Francesco ha istituito per il 19 novembre, la Giornata Mondiale dei Poveri dal tema: "Non amiamo a parole ma con i fatti". Nella chiesa di Moneta questo appello ha trovato la risposta nella decisone di organizzare una serata di gala per beneficenza verso i poveri della città, cosí sabato 18 novembre la squadra ormai consolidata, si è messa in moto. Circa 100 le persone che hanno voluto partecipare a questa serata, dove stando insieme, proprio in amicizia e condivisione, hanno potuto gustare la cena a base di pesce..........e che pesce! Infatti, mentre la Capitaneria di Porto svolgeva il suo lavoro di protezione del nostro mare, ha sequestrato un enorme tonno rosso di 64 chili ed ha subito pensato di donarlo all'Oasi Serena. Cosí, grazie alle abili doti del nostro chef Agostino e al lavoro e la collaborazione degli animatori della parrocchia, abbiamo potuto gustare tutta la bontà di questo ottimo pesce! Altra felice coincidenza, per questa serata, la presenza di due scout di Olbia che si sono uniti a noi nel preparare e servire la cena. Oltre ad aver potuto gustare i piatti preparati, è stata una serata armoniosa, dove non é mancata l'allegria e la gioia di stare insieme! C'è stata anche la torta a sorpresa per il compleanno di don Davide, presente alla cena insieme a don Domenico. Al termine don Andrea, oltre a ringraziare la bella squadra di lavoro, ha ringraziato tutti i partecipanti, l'associazione Oasi Serena, la Capitaneria, i sacerdoti presenti, l'amministrazione comunale nella persona di Emilia Malleo e il supermercato Ornano per la sponsorizzazione. E possiamo essere fieri di questa iniziativa che ha dato modo di poter donare ai poveri e bisognosi la bella cifra di 1.175 euro! 

Maria Vitiello

 

“Sottomissione e fedeltà”. Incontro all'Oasi Serena per le famiglie

Domenica 19 novembre alle ore 17 nel salone delle conferenze dell'Oasi Serena c'è stato un incontro interparrocchiale per famiglie, insegnanti, catechisti e animatori, primo di una serie di incontri mensili con tematiche diverse, guidati da don Valerio Baresi, salesiano. Esperto in problematiche familiari e di coppia, in questo primo incontro ha voluto trattare il tema: sottomissione e fedeltà. Don Valerio iniziando l'incontro, molto partecipato, ha spiegato che non avrebbe dovuto parlare solo lui, ma ci teneva che i presenti fossero intervenuti per portare avanti un dibattito su quell'argomento. E così è stato: i presenti, durante la conferenza-dibattito, sono intervenuti condividendo i pensieri e le esperienze di ognuno sulla vita vissuta insieme, dove la sottomissione e la fedeltà, devono prevalere per vivere al meglio il sacramento del matrimonio. Non erano presenti solo coppie, ma anche persone singole, catechiste e insegnanti, che hanno trovato l'incontro molto interessante. Come è ormai consuetudine della nostra parrocchia, al termine dell'incontro c'è stato un momento di convivialità per tutti i presenti.                

                           Maria Vitiello

 

■ Santa Cecilia

Anche quest'anno i gruppi musicali e cori Parrocchiali hanno onorato Santa Cecilia patrona della buona musica. La tradizione vuole che Santa Cecilia di nobile famiglia andò in sposa a Valeriano al quale avrebbe comunicato il suo voto di perpetua verginità, convertendolo al cristianesimo. Un'antifona, a lei dedicata, recita che Santa Cecilia ''cantava nel suo cuore la lode del Signore''. L'appuntamento annuale, culturale e canoro, è molto interessante. Non c'è gara, ma si canta e si suona per la lode della S.S Trinità artefice dei suoni di tutto il Creato. In questo giorno verrà sempre ricordato Don Antonello Tumminello per il riconoscimento che i cori i della Maddalena devono a chi, in precedenti celebrazioni di Santa Cecilia ha avviato l'organizzazione delle stesse, essendo egli stesso appassionato cultore di musica e non solo sacra. Alla grande famiglia si è aggiunto: il gruppo teatrale di Moneta, guidato da Manuela Verzino, il coro Insieme per il Domani guidato dal Maestro Vincenzo La Cava (presidente dell'associazione Lia Salvi). Un doveroso ringraziamento va a tutti i partecipanti e al presentatore e collaboratore Agostino Canu sempre presente al servizio della comunità, nella serata è stato ricordato Vito Maruseddu come corista del coro Santa Cecilia tornato alla casa del Padre recentemente. Arrivederci al prossimo anno.                 

               Caterina Spezziga

 

■ Votazioni per il rinnovo del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

Il Codice di Diritto Canonico, che è il principale documento legislativo della Chiesa, complementare all’insegnamento del Concilio Vaticano II, raccomanda, col parere favorevole del Vescovo diocesano, che in ogni parrocchia venga costituito il consiglio pastorale presieduto dal parroco e nel quale i fedeli prestano il loro aiuto nel promuovere l’attività pastorale. Il consiglio pastorale ha solamente voto consultivo. Tuttavia è una bella espressione di sinodalità, cioè un camminare insieme, sacerdoti, religiosi e laici. Il consiglio è composto da una ventina di persone, che insieme studiano, programmano e verificano l’azione pastorale sia all’interno della comunità sia nella sua missione nel mondo. Nella parrocchia di Santa Maria Maddalena il consiglio pastorale è scaduto da circa due anni e non si è rinnovato perché si prevedeva prossimo l’arrivo di un nuovo parroco. Poiché il Vescovo ha congelato per il momento la situazione, è parso opportuno costituire il nuovo consiglio pastorale parrocchiale. Alcuni membri ne fanno parte d’ufficio (i sacerdoti e il rappresentante delle religiose.) Cinque membri sono rappresentanti dei gruppi ecclesiali presenti in parrocchia. Cinque rappresentano importanti settori della pastorale (catechesi, liturgia, carità, giovani e famiglie). Quattro sono rappresentanti dei vari rioni della Città (centro-ospedale, Due Strade, Domus-Mongiardino, Padule). Quattro sono scelti da tutta comunità. Tre sono nominati dal Parroco. Domenica scorsa sono state già distribuite le schede per la scelta dei candidati indicando due nominativi della comunità ed uno per ogni rione. Le schede verranno riconsegnate alla Messa di domenica 25 novembre. Domenica 2 dicembre saranno pubblicati i nominativi dei candidati più votati, e domenica 10 dicembre si voterà per eleggere i membri del nuovo consiglio pastorale. È importante scegliere le persone che possano servire meglio la comunità parrocchiale non solo col consiglio ma anche con l’azione.    

                                        D.D.

 

■ Volontariato Vincenziano. Durante la festa dei Santi e la Commemorazioni dei defunti sono stati raccolti per opere di carità € 1.200,00. Si ringraziano tutti coloro che hanno contribuito.

 

 Calcio CSI

La quinta giornata del campionato di calcio del Centro Sportivo Italiano –Comitato Gallura Anglona di Tempio Pausania si è svolta il giorno 18 novembre con i seguenti risultati: la squadra Santo Stefano della Parrocchia di Santa Maria Maddalena ha perso l’incontro per due reti a zero con Isola Rossa a casa, mentre il Real Moneta della Parrocchia di Moneta ha pareggiato con il punteggio di due reti a due a La Muddizza. A seguito dei predetti risultati il Santo Stefano con un punto in classifica (un pareggio e quattro sconfitte) ricopre l’ultimo posto in solitario mentre il Real Moneta con otto punti (due pareggi, due vittorie ed una sconfitta) ricopre il terzo posto in classifica. La sesta giornata è fissata in calendario per il giorno 25 novembre e vedrà impegnato il Real Moneta alle ore 15,00 presso il campo il Delfino contro la squadra Paduledda di Trinità, mentre il Santo Stefano osserverà una giornata di riposo.         

Tore d’Apice

 

■ Auguri ai neo battezzati Manuel e Jacopo.

 

 

Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 1) Domenica 26 novembre

* Solennità di Cristo Re dell’universo.

* Riconsegna delle schede per indicare i candidati del Nuovo Consiglio Pastorale Parrocchiale.

* Giornata di sensibilizzazione per il sostentamento del clero.

* A Tempio: incontro diocesano delle famiglie con prof.  Braina nel seminario.

2) Lunedì 27 novembre

 * Festa della Madonna della Medaglia Miracolosa.

* Ore 18.00 nella chiesa militare: S.Messa in onore della Madonna della Medaglia Miracolosa, Patrona della parrocchia. (Non ci sarà la Messa delle 18.00 nella chiesa di Santa Maria Maddalena).

3) Mercoledì 29 novembre

* Ore 15,45: Messa in cimitero.

* Inizia la Novena dell’Immacolata: ore 17.15 santo rosario, Novena e Messa.

4) Giovedì 30 novembre

* Festa di sant’Andrea apostolo.

* Ore 17.00: preghiera per le vocazioni.

*Ore 18,30: incontro dei responsabili dei gruppi ecclesiali.

5) Venerdì primo dicembre

* Primo venerdì del mese dedicato al Sacro Cuore di Gesù.

* Ore 16.00 al Bambino Gesù: adorazione eucaristica e santa Messa.

* Ore 21.00, nella biblioteca parrocchiale, prima convocazione per il nuovo Comitato Festeggiamenti classe ’68.

6) Sabato 2 dicembre

* Colletta alimentare. Si cercano ancora volontari.

7) Domenica 3 dicembre

 * Prima domenica di Avvento.

 * Domenica della Parola di Dio.

8) Lunedì 4 dicembre

* Festa di santa Barbara, patrona della Marina e dei Vigili del Fuoco.

* Lectio divina al posto della catechesi.

* Ore 21.00, nella biblioteca parrocchiale, seconda convocazione della classe ‘68 per costituire il nuovo Comitato Festeggiamenti.

9) Attività in Oratorio il sabato alle 17,30 per tutti i bambini di 6 e 7 anni (Ia e IIa elementare).

10) Prossimamente inizierà un corso di formazione liturgica per lettori nella Messa. Chi è interessato dia il suo nominativo in segreteria.

 

Avvisi

Parrocchia Agonia di N.S.G.C. – Moneta

 1. Domenica 26 novembre

Solennità di Cristo Re dell’Universo. Chiusura dell’Anno Giubilare del Centenario delle Apparizioni della Madonna a Fatima. Giornata di sensibilizzazione per il sostentamento del clero.

2. Mercoledì 29 novembre

Inizia la Novena dell’Immacolata, sarà legata alla S. Messa serale.

3.Venerdì 1 dicembre

Primo venerdì del mese. Adorazione del Santissimo Sacramento dalle ore 16.00.

4.Sabato 2 dicembre

Raccolta alimentare a favore delle Caritas parrocchiali e Volontariato Vincenziano nei supermercati e negozi dell’isola. Si cercano i volontari per questo giorno – chi è disponibile comunichi la propria adesione alle signore della Caritas oppure a Don Andrea.

5.Domenica 3 dicembre

Prima domenica di Avvento, inizio del nuovo anno liturgico

 

Il Bollettino è consultabile anche sul sito:

http://www.lamaddalenadontbeafraid.it

e sulla pagina facebook:

http://www.facebook.co/Parrocchiasantamariamaddalena.it

 

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.