Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

n° 46 Sabato  18 Novembre 2017

EDITORIALE

L’INFERNO ESISTE?

FIAMME-INFERNOMolti cristiani non credono nell’inferno, pensano che sia uno spauracchio usato dalla Chiesa per distogliere le persone dal compiere il male. Altri dicono che non può esserci l’inferno perché Dio è misericordioso e se anche ci fosse, la misericordia di Dio non lo permetterebbe in eterno. La Chiesa nel suo insegnamento deve fare riferimento al Cristo, suo divino maestro. Nel Vangelo Gesù parla spesso del fuoco inestinguibile che è riservato a chi,  sino alla fine della vita, rifiuta di credere e di convertirsi. Egli annunzia con parole severe: “Il Figlio dell’uomo manderà i suoi angeli… raccoglieranno tutti gli operatori di iniquità e li getteranno nella fornace ardente”(Mt13,41-42), ed egli pronunzierà la condanna: “Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno” (Mt 25,41). Il fuoco di cui parla Gesù nel Vangelo non è evidentemente  un fuoco materiale perché tormenta sia le anime che i corpi. La pena principale dell’infermo consiste nella separazione eterna da Dio, conseguenza di una avversione volontaria (una situazione di peccato mortale), in cui si persiste fino alla fine . Dio rispetta la nostra libertà: chi fino all’ultimo ha rifiutato il suo amore, rimane separato da lui per sempre. Anche la Beata Vergine, apparendo a Fatima ai tre pastorelli, invitandoli a pregare e a sacrificarsi per i peccatori, ha mostrato loro per un momento le fiamme dell’inferno: “dove vanno le anime dei poveri peccatori”. L’insegnamento della Sacra Scrittura riguardante l’inferno, è un appello alla responsabilità, con la quale l’uomo deve usare la propria libertà in vista del suo destino eterno. Nello stesso tempo è un pressante appello alla conversione: “Entrate per la porta stretta perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano (Mt 7,13-14). Dio è misericordioso ma è anche giusto. È pronto a perdonare il peccatore pentito, fino all’ultimo momento della vita, ma poi ci giudicherà. Anche la ragione ci dice che se in questo nostro mondo tante gravi ingiustizie, delitti e stragi rimangono spesso impuniti, almeno nell’altro mondo davanti a Dio, ci dovrà essere giustizia.         

                     D.D.

 

  RAGGI DI SOLE

 IL LATTE DI DIO

 SORRISO-BIMBO-18112017Quando errava nel deserto, un giorno, Mosè incontrò un pastore. Passò tutta la giornata con lui e l’aiutò a mungere le pecore.

All’imbrunire, Mosè vide il pastore che versava un po’ del latte migliore in una scodella che poi depose su una pietra poco distante dalla capanna dove si trovavano.

Mosè domandò a che cosa servisse quel latte e il pastore rispose: «È il latte di Dio».

Incuriosito Mosè gli chiese di spiegarsi. Il pastore disse: «Metto sempre da parte il latte migliore e lo offro a Dio».

Mosè sentì il bisogno di correggere la fede ingenua del pastore, e insistette: «E Dio lo beve?».

«Certo!» rispose il pastore.

Mosè cominciò a spiegare che Dio è puro spirito e quindi non può bere latte. Il pastore non gli credeva e Mosè gli suggerì di nascondersi dietro un cespuglio per vedere se Dio sarebbe veramente venuto a bere il suo latte.

Il pastore si nascose appena scese la notte.

Al chiarore della luna, vide un volpacchiotto arrivare dal deserto trotterellando. Dopo aver guardato a destra e a sinistra, l’animale si buttò sul latte che lappò golosamente. Poi sparì di nuovo nel deserto.

Il giorno dopo, Mosè vide il pastore triste.

«Qualcosa non va?», gli chiese.

«Avevi ragione tu» gemette. «Dio è un puro spirito e non vuole il mio latte!».

Sbalordito, Mosè esclamò: «Dovresti essere contento. Adesso sai qualcosa di più su Dio rispetto a qualche giorno fa».

«Si» ammise il pastore. «Ma la sola cosa che avevo per mostrargli il mio amore mi è stata tolta».

Mosè comprese. Si ritirò in solitudine e cominciò a pregare con tutte le sue forze. Nel corso della notte, Dio gli apparve e gli disse: «Mosè, hai sbagliato. È vero che sono puro spirito, ma accettavo con piacere il latte offerto dal pastore, in segno del suo amore; però, dal momento che non avevo bisogno del suo latte, lo dividevo con quel volpacchiotto che ne è goloso».

Ci sono uomini che si credono molto sapienti e deridono la fede dei semplici e delle «vecchiette».

Dobbiamo ricordare sempre la gioiosa preghiera di Gesù:

“Ti ringrazio, Padre,

Signore del Cielo e della terra.

Ti ringrazio

perché hai nascosto queste cose

ai grandi e ai sapienti

e le hai fatte conoscere ai piccoli.

Si, Padre, così tu hai voluto”. (cfr. Mt 11,25)

Don Paolo Piras

 

I FATTI DELLA SETTIMANA

SEMINARIO-TEMPIOIl Seminario diocesano in visita a La Maddalena. Sabato 11 e Domenica 12 novembre abbiamo avuto nella nostra isola la visita del rettore del seminario diocesano, don Rinaldo Alias, insieme a due seminaristi, Danilo Sias e Mario Cannas, entrambi studenti liceali; il primo proviene dalla parrocchia della Sacra Famiglia in Olbia e l’altro da Palau.

La loro visita nella nostra isola è un invito a tutta la comunità di pregare per le vocazioni sacerdotali e far conoscere a tutti noi la bellissima realtà del seminario diocesano. Il rettore nella parrocchia dell’Agonia a Moneta ha celebrato la Santa Messa sabato sera con tutti i bambini dell’iniziazione cristiana, offrendo loro una testimonianza sulla realtà del seminario. In seguito ha portato questa testimonianza anche alla conclusione della Santa Messa delle ore 18 nella nostra Chiesa. La serata si è conclusa con una bellissima agape tra i sacerdoti e i seminaristi. Domenica mattina il rettore ha portato la testimonianza e l’invito alla preghiera nelle Messe del mattino della nostra parrocchia, mentre i seminaristi hanno dato la loro testimonianza alla Messa delle nove nella parrocchia di Moneta. Il rettore ha presieduto la Santa Messa delle 11 con i bambini e le famiglie dell’iniziazione cristiana, aiutandoci a vivere con gioia la Pasqua settimanale e portando una bellissima testimonianza. Don Rinaldo non è un volto nuovo a La Maddalena, essendo figlioccio di don Domenico.

 Alla conclusione della Messa, don Rinaldo, che è anche direttore dell’Ufficio Catechistico e responsabile della Pastorale Giovanile diocesana, ha incontrato le catechiste, gli educatori, gli animatori e i giovani della parrocchia, affrontando con loro un bel discorso innanzitutto di conoscenza e dando dei bellissimi suggerimenti per la crescita e per lo svolgimento nel migliore dei modi della missione a loro affidata. Successivamente abbiamo vissuto un altro momento di agape facendo visitare ai seminaristi la nostra bella isola, raccontandone anche un po’ di storia. Don Rinaldo in questi giorni ci ha presentato la situazione vocazionale della nostra diocesi, mostrando come nell’arco di qualche anno la nostra diocesi vivrà almeno cinque ordinazioni, quindi preghiamo perché il Signore accompagni costoro che si avviano a ricevere l’ordinazione. Ma soprattutto preghiamo, come ci ha invitato lui, affinché i giovani abbiano il coraggio di fare scelte importanti nella loro vita. Non è mancata la preghiera per il seminarista della nostra parrocchia Riccardo Sanna che a settembre ha iniziato il suo cammino di formazione presso il Pontificio Seminario Regionale Sardo e la Pontificia Facoltà Teologica della Sardegna, a lui in modo particolare la nostra preghiera e tutto il nostro sostegno. Ricordiamo che la terza domenica d’Avvento vivremo proprio la giornata di preghiera e di sostentamento per il seminario. Buon lavoro don Rinaldo e buon cammino cari giovani.

 

■ La pastorale cittadina

Sono riprese le attività parrocchiali e oratoriali nelle diverse parrocchie, sia per più piccoli, che per i grandi. Anche quest’anno le parrocchie di Santa Maria Maddalena e dell’Agonia viaggiano unite sia per quello che riguarda la pastorale familiare sia per quella giovanile. Si sta formando un bellissimo gruppo di famiglie che sta svolgendo un cammino personale e propone momenti comunitari, come per esempio domenica 19 a Moneta con la presenza di don Valerio Baresi. Ha il compito di mantenere anche i contatti con la realtà diocesana facendosi promotore nell’isola dei vari eventi, come quello che si terrà a Tempio domenica 26 c.m. presso il seminario diocesano, organizzato dall’Azione Cattolica che vedrà la presenza del prof.re Lorenzo Braina. A tutte le famiglie auguriamo un buon cammino. La pastorale giovanile già dall’anno scorso sta muovendo i suoi piccoli passi a livello interparrocchiale, don Davide continua a portare avanti incontri con giovani in vari momenti dell’anno; quest’anno si è allargata la cerchia dei suoi collaboratori coinvolgendo altri tre educatori, chiamati a svolgere un servizio importante, quello di guidare gli adolescenti, ad essi: Luca Impagliazzo, Miriam Deriu e Carlo Bonannini, vanno le nostre preghiere affinché il Signore possa guidare i loro passi in questa missione a loro affidata, tutta la comunità preghi per loro e li incoraggi nel cammino.

Calcio CSI

La quarta giornata del campionato di calcio del Centro Sportivo Italiano –Comitato Gallura Anglona di Tempio Pausania si è svolta il giorno 11 novembre con i seguenti risultati: la squadra del Santo Stefano della Parrocchia di Santa Maria Maddalena ha perso l’incontro ancora una volta per una rete a zero con la Muddizza fuori casa, mentre il Real Moneta della Parrocchia di Moneta ha perso per due reti a zero a casa con la squadra di Aggius. A seguito dei predetti risultati il Santo Stefano con un punto in classifica (un pareggio e tre sconfitte) ricopre l’ultimo posto in solitario mentre il Real Moneta con sette punti (un pareggio e due vittorie ed una sconfitta) ricopre il terzo posto in classifica. La quinta giornata è fissata in calendario per il giorno 18 novembre e vedrà impegnati il Santo Stefano al campo Delfino alle ore 15 con la squadra Isola Rossa , mentre il Real Moneta alle ore 18,00 con la squadra La Ciaccia a la Muddizza.

                                    Tore D’Apice

 

Condoglianze ai familiari di Marzio Vincenzo Gianuario Cauli, Andreina Porcu ved.Piu, Nazzareno Lobrano e Teresa Derosa che sono tornati alla casa del Padre celeste.

 

Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 1) Sabato 18 novembre

* Ore 20.00 a Moneta, cena di gala per beneficenza, presso l’oratorio San Domenico Savio.

 

2) Domenica 19 novembre

* Prima Giornata Mondiale dei Poveri.

* Ore 17.00 a Moneta: incontro inter-parrocchiale per le coppie di sposi presso la sala conferenze. Tema: Sottomissione e fedeltà. Relatore: don Valerio Baresi.

* Consegna delle schede per indicare i candidati del Nuovo Consiglio Pastorale Parrocchiale: due nominativi per i rappresentanti della Comunità, e uno per il rappresentante della propria zona.

 3) Martedì 21 novembre

*Memoria della presentazione della Beata  Vergine Maria.

* Giornata delle claustrali.

 4) Mercoledì 22 novembre

* Memoria di santa Cecilia.

* Ore 17.00 nella chiesa di Santa Maria Maddalena: santa Messa e rassegna cittadina musicale e canora in onore della Patrona della musica e del bel canto.

 5) Domenica 26 novembre

* Solennità di Cristo Re dell’universo.

* Riconsegna delle schede per indicare i candidati del Nuovo Consiglio Pastorale Parrocchiale.

* Giornata di sensibilizzazione per il sostentamento del clero.

* A Tempio: incontro diocesano delle famiglie con prof.  Braina presso il Seminario Diocesano.

6) Mercoledì 29 novembre

* Inizia la Novena dell’Immacolata.

7) Venerdì primo dicembre

* Prima convocazione per il nuovo Comitato classe ’68, nella biblioteca parrocchiale alle ore 21.00.

 8) Attività in Oratorio il sabato alle 17,30 per tutti i bambini di 6 e 7 anni (Ia e IIa elementare).

9) Si avvisano tutti gli adoratori a controllare il calendario affisso accanto alla cappella dell’adorazione, sia per confermare i loro orari e magari, per chi può, spostarsi in qualche ora non coperta da nessuno. Tutti i fedeli sono invitati a vivere un’ora di adorazione, coloro che volessero segnarsi si possono rivolgere ai sacerdoti o in segreteria.

  

 Avvisi

Parrocchia Agonia di N.S.G.C. – Moneta

 1. Sabato 18 novembre

Cena di gala per beneficenza nell'Oratorio in occasione della  prima Giornata Mondiale dei Poveri istituita da Papa Francesco.

 2. Domenica 19 novembre

Ore 17.00 nella sala delle conferenze dell'Oasi Serena incontro per le famiglie con padre Valerio Baresi con il tema: Sottomissione e fedeltà. Al seguito un rinfresco.

 3. Mercoledì 22 novembre

Memoria di S. Cecilia patrona della musica e del canto sacro. Alle ore 17.00 la S. Messa interparrocchiale nella chiesa di S. Maria Maddalena, a seguire rassegna cittadina musicale e canora. Non ci sarà la S. Messa a Moneta.

 4. Domenica 26 novembre

Solennità di Cristo Re, ultima domenica dell’anno liturgico.

Giornata nazionale di sensibilizzazione per il sostentamento del clero.

 5. Sabato 2 dicembre

Giornata della Colletta per il Banco Alimentare nei supermercati e negozi dell’isola. Si cercano volontari disponibili di aiutare nell’organizzazione dell’evento.

 

Il Bollettino è consultabile anche sul sito:

http://www.lamaddalenadontbeafraid.it

e sulla pagina facebook:

http://www.facebook.co/Parrocchiasantamariamaddalena.it

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.