Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

n° 42 Sabato 21 Ottobre 2017

EDITORIALE

 La Missione al cuore della fede cristiana

GIORNATA-MISSIONARIA-2017Domenica 22 ottobre si celebra, in tutta le parrocchie e le comunità cattoliche del mondo, la Giornata Missionaria Mondiale, occasione propizia perché il cuore delle comunità cristiane partecipi, con la preghiera, con la testimonianza della vita e con la comunione dei beni, per rispondere alle gravi e vaste necessità dell’evangelizzazione. Ce lo  ricorda papa Francesco nel suo messaggio per la Giornata. La Messe è molta ma gli operai sono pochi. Pensiamo alle popolazioni dell’Africa che dimostrano in questi anni una grande apertura al messaggio del Vangelo. Pensiamo alle vaste popolazioni dell’Asia che in gran parte non conoscono ancora il messaggio del Vangelo. Pensiamo ai popoli dell’Europa che si sta scristianizzando. Gesù, il primo e più grande evangelizzatore continuamente ci invia ad annunciare il Vangelo dell’amore di Dio Padre nella forza dello Spirito Santo. La Chiesa è missionaria per natura; se non lo fosse non sarebbe più la Chiesa di Cristo, ma una associazione tra le molte altre, che ben presto finirebbe con l’esaurire il proprio scopo e scomparire. La missione della Chiesa è destinata a tutti gli uomini di buona volontà. Il Vangelo di Cristo ha un potere trasformante, porta con sé una gioia contagiosa perché contiene e offre una vita nuova, quella di Cristo risorto, comunicata a noi col suo Spirito vivificante, vita che è piena comunione con Dio e ci rende liberi da ogni forma di egoismo. Dio Padre vuole tale trasformazione esistenziale dei suoi figli e figlie. La missione della Chiesa non è la diffusione di una ideologia religiosa e nemmeno la proposta di una etica sublime. Mediante la missione della Chiesa è Gesù Cristo che continua ad evangelizzare ed agire affinché, chi lo accoglie con fede e amore, sperimenti la forza trasformante del suo Spirito. Egli feconda l’umano ed il creato come la pioggia con la terra. Il Cristo, per mezzo della Chiesa, continua la sua missione di Buon Samaritano, curando le ferite sanguinanti dell’umanità, la missione di buon Pastore, cercando senza sosta chi si è smarrito per sentieri contorti e senza meta. Il Vangelo aiuta a superare le chiusure, i conflitti, il razzismo, il tribalismo, promuovendo ovunque e fra tutti la riconciliazione, la fraternità e la condivisione.

     D.D.

 

RAGGI DI SOLE

 QUANDO LA ROSA RIFIORISCE

VOLTO-FEMMINILE-21OTTOBREA ventinove anni Brenda Miller era una “rosa già appassita”. In un’intervista ci racconta la sua storia: «Sono stata allevata – dice la donna – da una madre che mi portava in chiesa, e da un padre che, invece, preferiva la sua collezione della rivista Playboy. Tramite mio padre la “filosofia” di Playboy ha piantato i suoi semi in me. A diciotto anni mi abbandonai ai piaceri sessuali con il mio ragazzo, e divenni anch’io una sostenitrice del sesso come divertimento. Le leggi di Dio le ritenevo antiquate. A ventitré anni diventai “coniglietta” di Playboy, e per tre anni ho vissuto con il suo stile di vita promiscuo e l’enfasi per l’aspetto esteriore. Ma, in un modo o nell’altro, il mio bisogno di essere amata per quello che ero dentro non fu mai soddisfatto dalle “attenzioni” che gli uomini avevano verso di me vestita da “coniglietta”. Infatti, mi sentivo vuota, senza valore, e odiavo me stessa sino al punto di essere  ossessionata dal desiderio di uccidermi. Tentai il suicidio molte volte, sentivo       l’impulso di tagliarmi le vene; fui ricoverata in una clinica psichiatrica e mi sottoposi a sei anni di psicoterapia. Quando arrivai ad un punto di completa distruzione fisica, emotiva e finanziaria, Gesù Cristo mi fece la sua rivelazione. Allora capii che lo stile di vita di Playboy era portatore solo di morte». E così, dopo tre anni di sfruttamento dall’organizzazione americana di Playboy, Brenda è rifiorita come una rosa convertendosi al Cristianesimo.Playboy: un grattacielo di trentasette piani al centro di Chicago è il quartier generale di un “imp ero” la cui filosofia è una delle principali nutrici della cultura abortista. Una “cultura” (si fa per dire) che considera e tratta la donna non come persona da rispettare nella sua identità spirituale e fisica, ma come corpo da spogliare e da sfruttare, profanando la dignità femminile col fango della corruzione morale più sfrenata. Hugh Hefner, fondatore di Playboy recentemente scomparso (come già riferito da stampa e TV ghiotte di argomenti scabrosi), con la sua “filosofia” sul sesso inteso come divertimento ha contribuito al diffondersi di una mentalità edonistica e paganeggiante, che esalta la materia e soffoca lo spirito, scambiando la cura della vera bellezza con il più squallido erotismo, interpretato come “arte” e mostrato senza veli nelle pagine patinate delle riviste. Purtroppo questa mentalità dilaga anche oggi, straripando da “stampa, cinema e TV spazzatura” e considerata come normale e innocua da chi ha smarrito il buon senso e il buon gusto. Ma la bellezza, quella genuina, fiorisce nell’anima e sboccia nel cuore generando amore, col profumo della purezza e la gioia della bontà. Il nostro corpo umano, ben curato e vestito, deve lasciar trasparire la sua sublime dignità di “tempio dello Spirito Santo”. Così possiamo esprimere quella modestia che è il decoro dell’eleganza e quel pudore che è la corona della bellezza.        

Don Paolo Piras

 

 

I FATTI DELLA SETTIMANA

 I 400 anni del Carisma Vincenziano.

SAN-VINCENZO-DE-PAOLIIl 13-14-15 Ottobre 2017, a Roma si è svolto il Simposium del Carisma Vincenziano.

Anche dalla Sardegna abbiamo partecipato numerosi, facendo onore al santo fondatore San Vincenzo de Paoli. Erano presenti: Missionari, Figlie della Carità, membri del Volontariato Vincenziano, Gioventù Mariana Vincenziana, Società di San Vincenzo De Paoli, Gruppo Missionario Vincenziano, Associazione Medaglia Miracolosa e tanti altri gruppi che si ispirano al grande Santo della Carità. Tutti i gruppi sono convenuti in piazza San Pietro che, nel corso della mattinata, si è riempita fino all'inverosimile, raggiungendo il numero di diecimila persone che gremivano la Piazza. È stata una festa di colori, di canti, di preghiere di testimonianze molto toccanti e coinvolgenti.

In questo clima di attesa e di gioia c'è stato un momento di particolare commozione quando è stata portata all'altare la reliquia del cuore di San Vincenzo.

In quel momento anche noi abbiamo provato un'immensa gioia e abbiamo chiesto al nostro Santo un raggio della sua carità. Il momento più atteso per tutti è stato certamente il messaggio del nostro Papa Francesco.

Papa Francesco ci ha consegnato un programma da realizzare, riassunto in tre verbi: "Adorare, accogliere, andare". Ha ricordato gli inviti di San Vincenzo ad “adorare”, a coltivare la vita interiore e la preghiera. "Accogliere" significa che la vita non è mia proprietà privata, e che il tempo non mi appartiene.«È un figlio veramente fedele della Chiesa chi è accogliente, chi crea concordia e comunione e con generosità semina pace, anche se non viene ricambiato».Riguardo al verbo "andare" il Papa ha osservato che l'amore è dinamico, esce da sé: “Chi ama non sta in poltrona a guardare, aspettando l'avvento di un mondo, migliore, ma con entusiasmo e semplicità si alza e va”.

Infine il Papa ha concluso: “Vi auguro di non fermarvi, ma di continuare ad attingere ogni giorno dall'adorazione l'amore di Dio e di diffonderlo nel mondo attraverso il buon contagio della Carità, della disponibilità, della concordia. Benedico tutti voi e i poveri che incontrate”.Un altro momento forte del Simposio è stata la celebrazione dell'Eucarestia nella basilica di San Paolo fuori le Mura, gremita all'inverosimile. Il momento più commovente è stato l'ingresso di ben 153 bandiere che rappresentavano i Paesi del mondo dove operano i figli spirituali di San Vincenzo.

La liturgia è stata molto festosa e solenne animata dai canti dei vari gruppi linguistici.

Mi piace concludere queste riflessioni con le parole del Padre Generale Padre Tomaz Mavuric: «Chiediamo con semplicità e umiltà di continuare con sempre maggiore dedizione, entusiasmo e forza la missione affidataci da Gesù, rendendo sempre più chiara l'immagine del "volto di Gesù Evangelizzatore dei Poveri" nel mondo, annaffiando, potando e concimando il nostro albero, così che i suoi rami possano crescere e germogliare fino agli angoli più remoti della terra.

Suor Letizia e Suor Elena, Figlie della Carità

 

■ Festa della Cresima.

CRESIMANDI-LA-MADDALENA-201Sabato 14 Ottobre per tutta la nostra comunità di Santa Maria Maddalena è stata una giornata di festa, nel giorno del 250° anniversario della nascita della nostra comunità, 34 giovani della nostra isola  hanno ricevuto da parte del Vescovo il Sacramento della Confermazione. Un momento di gioia e di festa per tutti, per i ragazzi, le loro famiglie e la comunità intera. Il Vescovo nella sua omelia ha sottolineato il grande dono che stavano per ricevere e come questo dono può portare veramente frutto, sono stati chiamati per nome, quel nome che Dio non dimentica. Prendendo spunto dal Vangelo della domenica ha parlato dell’invito che fa Gesù ad ognuno di noi ad essere presente al banchetto domenicale, momento di gioia e di festa. Questi ragazzi, dopo anni di preparazione, sono arrivati a questo traguardo importante, la Cresima, dove davanti al Vescovo, hanno confermato la loro fede, aiutati dai genitori che hanno consegnato loro la candela accesa dal cero pasquale, in ricordo proprio del giorno del battesimo in cui sono stati i “garanti” della fede per i loro figli. Insieme si è pronunciata la professione di fede, il vescovo poi ha imposto le mani con la preghiera di invocazione dello Spirito e poi si è passati alla crismazione, dove i ragazzi sono stati unti con il santo olio del Crisma. La Messa poi è proseguita con l’offertorio, dove le famiglie hanno offerto anche dei doni per i poveri della nostra isola, ricordandosi proprio di coloro che soffrono. Adesso tocca ad ognuno dei ragazzi portare avanti la propria fede, farsi custode del dono ricevuto e portarne i frutti, che si potranno vedere solamente con l’abbandono totale a Dio, a noi spetta il compito di dire ogni giorno il nostro “Eccomi”. Non possiamo non ringraziare i genitori e le famiglie dei ragazzi, a cui chiediamo ancora di essere sostegno nel cammino di crescita dei loro figli, di accompagnarli sempre nel vivere ogni giorno la loro fede, a vivere nella propria famiglia la “Chiesa domestica”.

Un ringraziamento alle catechiste che in questi anni li hanno accompagnati e guidati nel cammino cristiano di incontro con il Signore. Un ringraziamento a tutti coloro che in vario modo hanno collaborato, in particolare al coro San Giovanni Bosco che ha accompagnato la celebrazione con i canti, ricordandoci che “chi canta, prega due volte”. Auguri ancora a tutti voi, “Aprite, anzi spalancate le porte a Cristo” (San Giovanni Paolo II). 

      Don Davide Mela

 

Celebrazione dei 250 anni

CONSEGNA-PERGAMENA-PAPA-201Sabato 14 ottobre il Sindaco e l’Amministrazione Comunale hanno celebrato un Consiglio Comunale solenne per ricordare i 250 anni della fondazione della Città di La Maddalena.

Il Sindaco e il Consiglio, alla presenza delle autorità civili militari e religiose e di graditi ospiti, hanno aperto la cerimonia con l’inno nazionale, a seguire i discorsi celebrativi del Sindaco e dei Capi Gruppo Alberto Mureddu e Gaetano Pedroni. Al termine dei discorsi celebrativi il Sindaco Luca Montella ha invitato Don Domenico Degortes a benedire la targa commemorativa posta nel Salone Consigliare a ricordo della solenne giornata. Don Domenico, prima di procedere alla benedizione della targa commemorativa, ha dato lettura della pergamena con la Benedizione Apostolica di Papa Francesco e l’ha donata al Sindaco in ricordo di questo giorno.

L’Amministrazione ed il pubblico presente hanno vissuto con commozione questo momento di preghiera.

La cerimonia è stata allietata con musiche suonate con il pianoforte dal Maestro Jeff .

Prima della conclusione vi è stato un momento goliardico di un gruppo di giovani studenti universitari del 1965, che hanno restituito al Sindaco Montella la chiave del Comune, chiave ricevuta proprio in quel lontano 1965 dall’allora Sindaco Vasino che donò alla gioiosa combriccola durante la festa delle matricole come buon augurio per il futuro dell’isola.

Il Consiglio Comunale solenne si è concluso con un brindisi alla giovanissima Comunità Maddalenina che ha festeggiato un quarto di millennio.

In serata sempre nel salone consiliare si è svolto un convegno celebrativo storico, con l’intervento di studiosi, giornalisti e cultori che hanno dato il loro contributo storico culturale, gli interventi verranno raccolti e saranno oggetto di un libro celebrativo dei 250 anni.

 

■ I Gruppi ecclesiali in assemblea

Lunedì 16 ottobre, nella parrocchia di Santa Maria Maddalena, sono stati convocati in assemblea tutti i membri dei gruppi ecclesiali istituiti, cioè riconosciuti nella Chiesa universale. Erano presenti: Cellule Parrocchiali di Evangelizzazione, Focolarini, Gruppo Mariano, Gruppo di Preghiera padre Pio, Neocatecumenali, Rinnovamento e Volontariato Vincenziano; circa sessanta persone. Un rappresentante di ogni gruppo ne ha fatto una breve presentazione. Altri gruppi della parrocchia, come quello della liturgia, della catechesi e della carità, saranno convocati prossimamente. Il Parroco ha detto che lo scopo dell’assemblea era quello di favorire la reciproca conoscenza, la formazione spirituale e l’armonia nelle iniziative. Ciò che caratterizza i gruppi ecclesiali è la preghiera e l’apostolato. Per questa ragione essi sono nella parrocchia, come le truppe scelte, quelle sulle quali maggiormente si può contare. Naturalmente bisogna curare la formazione permanente umana e cristiana. Per questo il parroco ha raccomandato la partecipazione alla Messa non solo domenicale ma, quando è possibile, anche infrasettimanale; la partecipazione alla catechesi di gruppo, e prima ancora alla catechesi parrocchiale, il lunedì sera; ha invitato a dedicare qualche ora della settimana all’adorazione del Santissimo Sacramento; a partecipare alle attività più importanti della parrocchia come anche a giornate di spiritualità. I gruppi ecclesiali crescono, non per propaganda ma per attrazione, nella misura in cui sono comunità, piccole Chiese, in cui ci si vuole bene, si lavora in armonia, per la gloria di Dio. Ai simpatizzanti, dopo un periodo di prova, è giusto chiedere un impegno serio nel gruppo e sapere su chi si può contare. Un rappresentante di ogni gruppo farà parte di diritto del prossimo Consiglio Pastorale Parrocchiale. Alla fine qualcuno ha proposto ai membri dei gruppi ecclesiali, di trascorrere insieme una serata, per esempio a Tegge, per fraternizzare. Si potrebbe fare a conclusione dell’anno sociale prima dell’estate.       

                               D.D.

 

Condoglianze ai familiari di Natalina nota Anna Macciocu, Nicoletta Galbo e Anna Mureddu ved. Del Giudice che sono tornate alla casa del Padre celeste.

 

  AVVISI

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 1) Domenica 22 ottobre

* Giornata Missionaria Mondiale.

* Le questue delle Messe sono destinate alle Missini.

* Ore 21,15, a Moneta, nella chiesa dell’Agonia di N.S.G.C.: veglia missionaria interparrocchiale.

 2) Lunedì 23 ottobre

* Messa votiva di san Pio da Pietrelcina.

* Ore 19,30: catechesi degli adulti.

 3) Venerdì 27 ottobre

* Ore 18,30 nella cappella dell’Istituto San Vincenzo: santa Messa in onore della Madonna della Medaglia Miracolosa.- (Non ci sarà la S.Messa né al Bambino Gesù alle ore 17.00, né in parrocchia alle ore 19.00).

 4) Sabato 28 ottobre

* Festa dei santi apostoli Simone e Giuda.

 5) Sabato 28 e domenica 29 ottobre

* Mostra del dolce organizzata dal Gruppo di Preghiera Padre Pio, il ricavato sarà destinato per ospitare, in una vacanza premio nel giugno del 2018, i bambini del reparto di oncoematologia pediatrica dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo.

 6) Domenica 29 ottobre

* Si ritorna all’orario solare. La Messa della sera sarà alle ore 18.00, preceduta dalla recita del rosario alle ore 17.00 e dai Vespri. Nella cappella dell’ospedale la Messa del sabato sarà alle ore 16,30. Nella sala Sacra Famiglia la Messa della domenica sarà alle ore 17,00.

 7) Mercoledì primo novembre (Festa di precetto)

* Solennità di Tutti i Santi.

* Giornata della santificazione universale.

 8) È stato definito e affisso il nuovo calendario degli adoratori che si impegnano a pregare per un’ora la settimana davanti al Santissimo Sacramento. Si può completare con l’aggiunta di altri adoratori.

 9) Sono aperte le iscrizioni ai corsi di laurea in Scienze Religiose presso l’Istituto Euromediterraneo di Tempio e Sassari. Per tali titoli è previsto il riconoscimento finalizzato per l’accesso ai pubblici concorsi e l’equipollenza ai titoli di studio universitari italiani. Tenendo conto delle condizioni di merito ed economiche, saranno assegnate 5 borse di studio a favore degli studenti che si iscriveranno al primo anno di corso.

 10) Martedì 14, mercoledì 15 e giovedì 16 novembre

*Pellegrinaggio a Carloforte, gemellata con la comunità cristiana di La Maddalena, per la festa della Madonna dello Schiavo. Per informazioni rivolgersi a Pier Luigi Aversano.

 

AVVISI

Parrocchia Agonia di N.S.G.C. – Moneta

 1. Sabato 21 ottobre ore 18.00 nella chiesa di S. M. Maddalena la S. Messa presieduta dal mons. S. Sanguinetti con il conferimento del sacramento della cresima ai 15 ragazzi della nostra parrocchia.

La S. Messa a Moneta sarà alle ore 16.00.

2. Domenica 22 ottobre – memoria di San Giovanni Paolo II e Giornata Missionaria Mondiale. Alle ore 21.15 la veglia di preghiera interparrocchiale.

3. Mercoledì 25 ottobre ore 19.00 incontro degli educatori dell’oratorio.

4. Giovedì 26 ottobre ore 18.30 – incontro del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

5. Domenica 29 ottobre inizio dell’ora solare.

Orari delle S. Messe

Domenica ore 9.00 Moneta

                     Ore 10.30 Stagnali

Sabato e prefestivi ore 17.30

Feriali: lunedì ore 8.00

Martedì – venerdì ore 17.30

 

NOTA BENE: la S. Messa a Stagnali verrà celebrata nel periodo invernale alle ore 10.30.

 

Il Bollettino è consultabile anche sul sito:

http://www.lamaddalenadontbeafraid.it

e sulla pagina facebook:

http://www.facebook.co/Parrocchiasantamariamaddalena.it

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.