Home
PDF Stampa
Scritto da Administrator   

n° 31 Sabato 5 Agosto 2017

EDITORIALE

IL VOLONTARIATO

MANI-5AGOSTO2017Il volontariato è una realtà preziosa delle nostre comunità, presente sia nell’ambiente religioso come nell’ambiente laico. In un mondo spesso caratterizzato dall’egoismo e dalla corruzione, in cui spesso ci si domanda: “Chi me lo fa fare? Cosa me ne viene?”, è sorprendente vedere tanti gesti di generosità e di altruismo. È proprio vero che l’uomo è fatto per amare, che c’è più gioia nel dare che nel ricevere e questa vocazione affiora potentemente, nonostante tutto. Le istituzioni civili da sole non possono arrivare a tutto, c’è bisogno dell’apporto del volontariato. Pensiamo ai Volontari della Protezione civile, che corrono per prestare aiuto dove c’è stata una calamità e non risparmiano tempo ed energie. Pensiamo ai barracelli, da poco istituiti a La Maddalena che danno supporto in tempi di emergenza ai nostri vigili. Pensiamo ai volontari ospedalieri,  a quelli del servizio caritativo, a quelli del servizio liturgico per non dimenticare tanti volontari anonimi. In questo periodo mi piace pensare ai volontari del Comitato Festeggiamenti feste patronali. È da tanti mesi che stanno lavorando e ne avranno ancora per un bel po’. Si rimane stupiti nel vedere uomini e donne, che pure hanno il loro lavoro, la famiglia, i figli e dedicano il loro tempo libero, tante ore di sonno ed energie, a servizio della comunità. Lo fanno gratuitamente, con passione, con entusiasmo, per la gioia di dare. Lo fanno con inventiva.Li vediamo curare la festa della Santa Patrona, organizzare sagre, concerti, conferenze, gare, e dare il loro supporto ad iniziative collaterali. Essi svolgono una brillante promozione religiosa, culturale, sportiva, turistica, di aggregazione. Senza di loro la n ostra comunità sarebbe molto più povera sotto diversi aspetti. Meritano perciò la nostra riconoscenza e vanno sostenuti e incoraggiati. Essi sono un esempio per i giovani, per gli adulti e per gli anziani, un segno di speranza per tanti semi di bontà presenti nel mondo.  

                               D.D.

 RAGGI DI SOLE

 IL RISCATTO

UCCELLO-IN-GABBIAUn uomo di nome George Thomas era il pastore della chiesa del suo piccolo paese. Una mattina in cui si sarebbe svolto il suo sermone si recò in chiesa, portando con se’ una gabbietta arrugginita, e la sistemò vicino al pulpito. I fedeli si chiedevano cosa c’entrasse la gabbietta con la predica del giorno, e attendevano, desiderosi di sapere. Il pastore cominciò a parlare: “Ieri stavo passeggiando, quando vidi un ragazzo con questa gabbia. Nella gabbia c’erano degli uccellini che tremavano per lo spavento. Fermai il ragazzo e gli chiesi: “Figliolo, cosa devi farci con quegli uccellini?”. E il ragazzo rispose: “Li porto a casa per divertirmi con loro: li stuzzicherò, strapperò loro le piume, vedrò come reagiscono; così loro grideranno, soffriranno, litigheranno tra loro: e io mi divertirò tantissimo”. Disse il Pastore: “Perché lo fai? Tanto, presto o tardi ti stancherai di loro. A quel punto cosa ne farai?”. E il ragazzo: “Sì, presto mi stancherò, ma ho dei gatti, e a loro piacciono gli uccelli, li darò a loro”. Il Pastore rimase in silenzio per un momento, poi disse: “Quanto vuoi per questi uccellini?”. Il ragazzo, sorpreso, chiese: “Perché li vuoi, sono uccelli di campo, non cantano e non sono nemmeno belli, non valgono nulla”. “Quanto?” chiese di nuovo il Pastore. Pensando fosse pazzo, il ragazzo disse: “10 Dollari!”. Il Pastore disse: “AFFARE FATTO”!, prese 10 dollari dalla sua tasca e li mise in mano al ragazzo. Come un fulmine il ragazzo sparì. Il Pastore prese la gabbia, andò in un campo, aprì la gabbia e lasciò liberi gli uccellini. Dopo aver chiarito il perché di quella gabbia sul pulpito, il Pastore riprese a raccontare: “Un giorno Satana e Gesù stavano conversando. Satana era appena ritornato dalla terra, era borioso e si gonfiava di superbia. Diceva: “Signore, ho appena catturato l’intera umanità, ho usato una trappola che sapevo non avrebbe trovato resistenza, e un’esca che sapevo ottima… e li ho presi tutti!”. “Cosa farai con loro?”, chiese Gesù. Satana rispose: “Mi divertirò con loro! Insegnerò loro a sposarsi e a divorziare; a soddisfarsi e ad abortire; come odiare e farsi male a vicenda; come bere, fumare e bestemmiare; insegnerò loro a fabbricare armi da guerra, fucili, bombe e ad ammazzarsi tra di loro… Mi divertirò tantissimo!”.

“Ma presto ti stancherai! A quel punto cosa farai di loro?”, chiese Gesù. “Li ucciderò! E li porterò con me all’inferno”, esclamò satana con superbia. “Quanto vuoi per loro?”, chiese allora Gesù. E Satana rispose: “Ma va, che ti importa di questa gente?: loro sono cattivi… Li prenderai e ti odieranno, ti sputeranno addosso, ti bestemmieranno e ti uccideranno….. Non puoi volerli!”. “Quanto?”, chiese di nuovo Gesù. Satana sogghignando disse: “Tutto il tuo sangue, tutte le tue lacrime… insomma la tua vita!”. Gesù disse: “AFFARE FATTO”… e pagò il prezzo. Il pastore prese la gabbia e lasciò il pulpito…. E a noi, che c’importa degli altri? Ci accontentiamo di coltivare l’orticello privato delle nostre devozioni, oppure c’interessiamo di condividere la fede offrendo al nostro prossimo un segno di carità fraterna? In una delle sue apparizioni ai tre pastorelli di Fatima, la Madonna disse loro che “molti si dannano perché non c’è chi preghi e si sacrifichi per loro”. Sappiamo anche noi dire “AFFARE FATTO” e pagare con un po’ della nostra vita la conversione dei peccatori? Il ritorno all’ovile di qualche pecorella smarrita?  

             Don Paolo Piras 

 

 I FATTI DELLA SETTIMANA

 Magdala in danza

MAGDA-DANZANell'ambito delle manifestazioni per i 250 anni, l'Amministrazione Comunale ha presentato lo spettacolo "Magdala". Uno spettacolo di danza contemporanea, prodotto da EMotions Dance Company, regista e coreografa Miriam Baldassari.

La rappresentazione in danza contemporanea e moderna, interpretata dal bravissimo corpo di ballo, ha proposto i momenti più importanti della vita della nostra Patrona.La figura di Santa Maria Maddalena è stata presentata al pubblico dal momento dell’incontro con Cristo e della conversione, fino alla morte, e soprattutto alla resurrezione, di Gesù. La vita di Santa Maria Madda lena magistralmente rappresentata ha emozionato e catturato il pubblico. La coreografa ha voluto ringraziare La Maddalena con queste parole: "Sono davvero felice che lo spettacolo sia stato così apprezzato, è la mia personale preghiera ad una Santa forse non così blasonata, che ha avuto un ruolo fondamentale nella diffusione del messaggio originale di Cristo. Orgogliosa di aver fatto parte dei festeggiamenti per il 250° della vostra meravigliosa isola, spero di poter continuare e tornare a condividere esperienze bellissime con voi. Buona estate". Un plauso al corpo di ballo Danz'Arte, di Rosanna Cossu di La Maddalena, che ha aperto la serata con un bellissimo e applaudito ballo di apertura tutto dedicato alla nostra Santa Patrona.       

  Emilia Malleo

 

■ Gita-pellegrinaggio tra le meraviglie del nostro arcipelago

Negli anni scorsi non avevo mai voluto partecipare a questi pellegrinaggi alle isole, di certo mi ero fatta un'idea sbagliata, ma ora che ho fatto questa esperienza, a Dio piacendo, non ci rinuncerò più. Dopo questa premessa descriverò la giornata del 29 luglio durante il pellegrinaggio a Razzoli e Budelli. La prassi iniziale è sempre uguale: incontro con Don Domenico Degortes nella chiesa di S. Maria Maddalena e processione verso la barca Orient Express, divenuta ormai la "nostra barca"! Che dire, il viaggio è sempre spettacolare, la vista di quell'azzurro mare ti riempie il cuore e recitare il rosario solcandone le onde è come rendere grazie per cotanta bellezza! Arrivando all'isola di Razzoli colpisce la selvaggia e granitica natura e le rocce, nelle loro fantastiche forme plasmate dal vento e dal mare, ti appaiono come figure di animali o mostri pietrificati. Appena sbarcati, doveroso rendere lode a Dio e così Don Domenico ha celebrato la messa davanti ad uno scenario naturale stupendo, come egli stesso lo ha definito: “Santuario del creato! Vogliamo ringraziare il Signore che ci ha dato la possibilità di radunarci qui per contemplare le sue meraviglie e per questo vogliamo lodarlo”. Dopo la celebrazione, mentre tanti facevano il bagno vicino alla barca, un gruppo di avventurosi ha raggiunto con difficoltà la bellissima spiaggia di Cala Lunga, un altro gruppo ha voluto intraprendere il cammino su per una ripida salita in un sentiero sassoso, tra il profumo dell'elicriso e del rosmarino, per poter vedere da vicino il grande faro di Razzoli in restaurazione e quello più piccolo, molto bello e funzionante; ma la fatica della camminata è stata premiata non solo per averli visti ma anche per l'incantevole scenario che da lassù si può ammirare! È sempre bello poi sedersi tutti a tavola per condividere il pranzo: un momento di aggregazione dove regna l'armonia e la gentilezza del personale di bordo. Anche questa volta eravamo maddalenini, turisti e i componenti dell'associazione Nemo di Palau-Arzachena, che subito dopo il pranzo si sono divertiti a raccontare barzellette e cantare insieme allegramente. Ma la giornata non è finita lì: facendo un bel giro, il comandante della barca ci ha portati all'isola di Budelli e ... che dire! Un'altra meraviglia della natura: quelle splendide, trasparenti acque sono spettacolari e non ci si poteva astenere dal fare un rinfrescante bagno proprio nella bellissima spiaggia di Cavalieri, che pullulava di gente! Qualcuno invece compreso Don Domenico, accompagnato dalla guida, ha intrapreso l'aspro sentiero che conduce alla mitica spiaggia rosa, per poter far visita al custode dell'isola l'ormai "famoso Mauro di Budelli"! Durante il tragitto di ritorno una mega merenda offerta in parte dal comandante e in parte da Vittoria: ormai tutti aspettano in ogni viaggio di poter assaporare le sue speciali torte. Dopo una giornata cosí memorabile, si può pensare di rinunciarci? Credo proprio di no e così, salutandoci affettuosamente ci siamo dati appuntamento al 15 agosto, festa della Madonna Assunta, per visitare e ammirare l'isola di Santa Maria, altra perla dell'arcipelago!                      

   Maria Vitiello

 

 Condoglianze ai familiari di Rina Maria Addis, Anna Rita Acciaro e Paolina Serra ved. Madrau che sono tornate alla casa del Padre celeste.

 

 

 Avvisi

Parrocchia Santa Maria Maddalena

 1) Sabato 5 agosto

A Tegge, dalle ore 20.00, sagra del pesce in beneficenza per l’Istituto San Vincenzo.

 2) Domenica 6 agosto

* Festa della Trasfigurazione del Signore.

* Inizio della Novena della Madonna Assunta in cielo col corpo.

* Presenza delle Missionarie di padre Kolbe.

 3) Mercoledì 9 agosto

* Festa di santa Teresa Benedetta della Croce, vergine e martire, patrona d’Europa.

* Ore 19.00: santa Messa presieduta da don Adriano, sacerdote del Cottolengo, con preghiera di liberazione.

 4) Giovedì 10 agosto

* Festa di san Lorenzo diacono e martire.

 5) Venerdì 11 agosto

* Memoria di santa Chiara, vergine.

* Ore 18.30: santa Messa presso l’Oasi san Francesco (non ci sarà la Messa nella chiesa parrocchiale né al Bambino Gesù).

 6) Sabato 12 agosto

* Ore 18.00: santa Messa nella chiesa della Trinita.

 7) Domenica 13 agosto

 * Presenza della comunità di S. Eugenio.

 8) Martedì 15 agosto

* Solennità dell’Assunzione della Beata Vergine Maria (festa di precetto).

* Pellegrinaggio all’isola di Santa Maria

(Per prenotarsi contattare Pier Luigi Aversano tel. 3491534378; o l’ufficio parrocchiale tel. 0789.73.74.00).

 9) Mercatino di beneficenza nella biblioteca parrocchiale fino al giorno 20 agosto.

 10) Il Comitato Classe ‘67 ha il piacere di invitare la cittadinanza e i tanti ospiti ai prossimi eventi in calendario nell'ambito dei festeggiamenti in onore di Santa Maria Maddalena:

 Domenica 6 agosto appuntamento dalle ore 20 nella banchina dietro le Poste per la " Cozzata sotto le stelle", sagra delle cozze con le frittelle di Tonino e il suo staff e musica dal vivo;

 Mercoledì 9 agosto ore 22 Concerto de Le Voci nel Blues Orolache in Piazza S. M. Maddalena;

 Domenica 13 agosto ore 22,00 "OperaZero" spettacolo di intrattenimento musicale in Piazza Umberto I.

Vi aspettiamo numerosi, non mancate!!!

 

Il Bollettino è consultabile anche sul sito:

http://www.lamaddalenadontbeafraid.it

e sulla pagina facebook:

http://www.facebook.co/Parrocchiasantamariamaddalena.it

 
Copyright © 2017 parrocchia mariamaddalena. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.